1 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.46
Palermo

Si terrà al Centro Yantra e sarà condotto da Alberto Samonà

“Aim Saraswatī, il sacro fluire di Shakti”, a Palermo un laboratorio di meditazione

6 Aprile 2019

A Saraswati, Dea indiana della conoscenza e delle arti, della creatività e delle acque, è dedicato “Aim Saraswatī, il sacro fluire di Shakti”, laboratorio di meditazione condotto da Alberto Samonà, che si svolgerà sabato 4 maggio 2019 nei locali dell’associazione Yantra, in via Vincenzo Di Marco 45 a Palermo.

Per pre-iscriversi occorre inviare, entro il 12 aprile, una mail all’indirizzo albertosamona1@gmail.com, indicando nome, cognome, data di nascita e recapito telefonico. Costo 55 euro (comprensivo di tessera Arci). Posti limitati. Chi si sarà pre-iscritto, potrà quindi completare l’iscrizione, versando la quota di partecipazione.

Questi gli orari: Sabato 4 maggio: 9,00 / 13,00 e 15,00 / 20,00.

Aim è il mantra associato a Saraswati, che indica la coscienza. Questa Dea è anche la sposa di Brahma e ne costituisce la Shakti. È perciò espressione del Principio Femminile, la cui energia genera il movimento e il fluire dell’essere. Per questa ragione, Saraswati è anche il nome del più grande dei fiumi, che proviene dal cielo e fa sgorgare le proprie acque sulla terra. Il suono di Saraswati è sacro poiché anch’esso è di provenienza divina e la parola che se ne trae è vivificante e libera. Coscienza, creatività, movimento ed energia sono le peculiarità in grado di trasformare l’essere.

Nel corso del laboratorio, promosso dall’Associazione Yantra, in collaborazione con Āgama Śāstra, si lavorerà su Shakti, mediante lo studio e la pratica dei mantra corrispondenti e delle posizioni associate a Saraswati, sotto il segno del Femminino Sacro. Alle sessioni di meditazione e alla pratica dei mantra, si affiancheranno movimenti del corpo e momenti di scambio, pensati per alternare a un esercizio personale, lo sviluppo di spazi di condivisione fra i partecipanti. La pratica di alcune asana contribuirà all’attivazione dei processi energetici e vitali associati al mito della Dea.

Alberto Samonà (1972), giornalista e scrittore, è direttore responsabile de ilSicilia.it. Ha tenuto diversi laboratori sul corpo, sull’energia e seminari di meditazione, associata alla parola verbale e a quella scritta. Con l’Associazione Yantra ha tenuto il laboratorio “Tantra. Lo Yoga di Vāc”. Ha pubblicato libri ispirati a tematiche simboliche e alla conoscenza di sé: “Le colonne dell’eterno presente” (2001), “La Tradizione del sé” (2003), “Il padrone di casa” (romanzo 2008), “Giordano Bruno nella cultura mediterranea e siciliana dal ‘600 al nostro tempo” (2009), “Bent Parodi. Tradizione e Assoluto” (2011). “È già mattina” (romanzo 2013). Ha curato i testi “Panormus, Genio oltre il visibile” (2015), “I colori di Śiva – Racconti e storie Tantra (2017). Ha scritto e diretto testi teatrali e di narrazione, legati alla conoscenza interiore e simbolica.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.