"Aiuto, mio marito mi picchia": donna in lacrime in corso dei Mille, arrestato 37enne :ilSicilia.it
Palermo

accade a palermo

“Aiuto, mio marito mi picchia”: donna in lacrime in corso dei Mille, arrestato 37enne

6 Ottobre 2019

L’ennesima lite in casa, le urla, le lacrime. Si è conclusa con l’arresto di un palermitano di 37 anni la folle notte vissuta ieri in un appartamento di corso dei Mille. La polizia ha fermato l’uomo, che “vanta” dei precedenti, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni gravi e minacce. Gli agenti appartenenti al commissariato di Brancaccio sono intervenuti dopo una telefonata alla linea di emergenza “113”. “Una donna – ricostruiscono dalla questura – ha riferito di essere stata cacciata di casa assieme a uno dei loro figli piccoli, dopo una violenta lite avuta con il proprio marito“.

Giunti sul posto i poliziotti hanno notato la donna in strada. “Era in lacrime – spiegano – e con accanto il figlio ha raccontato come poco prima tra lei e suo marito fosse scaturita l’ennesima lite a causa della morbosa gelosia dell’uomo. La donna ha inoltre aggiunto che, al momento in casa oltre al marito, che in quel momento era ubriaco, c’erano tutti e tre figli (minorenni). I poliziotti sono poi saliti in casa, dove c’erano i bambini, visibilmente impauriti. Una bimba aveva un cerotto al naso. Il 37enne, anche in loro presenza, ha continuato a inveire contro la moglie, minacciandola“.

Dopo aver riportato la calma nell’abitazione e accompagnato l’uomo all’esterno dell’appartamento, i poliziotti hanno appreso dalla donna che nel corso degli anni erano stati numerosi gli episodi di violenza subìti dalla vittima “che ha specificato – dicono dalla questura – come i litigi finivano per degenerare in minacce di morte e violenze fisiche, tali da costringerla spesso a ricorrere alle cure mediche. Inoltre la donna ha aggiunto che la rottura del setto nasale subìta da una delle figlie minori sarebbe stata provocata dal marito durante l’ennesima lite avvenuta, soltanto tre giorni prima. In quell’occasione l’uomo avrebbe scagliato una bottiglia di vetro all’indirizzo della moglie, colpendo però la figlia che si era frapposta tra loro per fare da scudo alla madre. Al pronto soccorso poi il padre avrebbe giustificato l’accaduto riferendo che la bambina era stata vittima di un incidente stradale“. Il 37enne, denunciato dalla moglie, è stato arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni gravi e minacce.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 17:03