Al centro di via Maqueda a Palermo compare il materasso sporco di sangue del senzatetto, ma di lui nessuna traccia :ilSicilia.it
Palermo

si era stabilito tra gli anfratti della chiesa di San Cataldo

Al centro di via Maqueda a Palermo compare il materasso sporco di sangue del senzatetto, ma di lui nessuna traccia

14 Settembre 2018

Qualche giorno fa sono stati trovati vestiti e materasso pieni di sangue del senzatetto che da qualche tempo si era stabilito vicino la piazza dove svettano le chiese di San Cataldo e della Martorana, proprio di fronte a Palazzo delle Aquile a Palermo.

senzatetto-palermoOggi, dopo che il posto dove prima dormiva l’uomo è stato ripulito, al centro di via Maqueda è stato ritrovato il materasso sporco di sangue ma di lui nessuna traccia:

Mi chiedo come sia possibile che questo avvenga davanti al palazzo delle Aquile, la zona più sorvegliata della città – scrive in un post Anna Maria D’Amico dell’associazione comitati civici Palermo –  Nessuno sa dare notizie del senzatetto ferito che si era stabilito ai piedi di San Cataldo. Lui è sparito, sicuramente in gravissima difficoltà, ma è ricomparso il suo materasso insanguinato, al centro di via Maqueda.
Zona transennata in attesa della rimozione e poi si stenderà il solito velo di indifferenza” conclude il post.

Il senzatetto era stato notato dal presidente dell’associazione Giovanni Moncada che lunedì 10 settembre ha segnalato il fatto alle forze dell’ordine a guardia di palazzo delle Aquile e ha scritto al Comando di via Dogali.

LEGGI ANCHE:

Sangue tra i vestiti del senzatetto che vive nel cuore del centro storico a Palermo. “Le istituzioni lo aiutino”

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.