Al Cna Catania il seminario: "Crescita, opportunità e tecnologie per lo sviluppo della mobilità elettrica nelle città" :ilSicilia.it
Catania

giovedì 9 maggio

Al Cna Catania il seminario: “Crescita, opportunità e tecnologie per lo sviluppo della mobilità elettrica nelle città”

8 Maggio 2019

Ospitato da Cna Catania, si terrà domani, giovedì 9 maggio, con inizio dei lavori alle ore 15, presso il Palazzo della Cultura di Catania, in via Vittorio Emanuele II 121, il seminario «Energie in movimento. Crescita, opportunità e tecnologie per lo sviluppo della mobilità elettrica nelle città», a cura del Comitato elettrotecnico italiano (Cei) in collaborazione con Prosiel.

Dopo l’apertura dei lavori da parte di Andrea Milazzo, segretario della Cna etnea, Claudio Pecorari, coordinatore della Commissione libretti impianto elettrico di Prosiel, affronterà il tema “Verso il Libretto del fabbricato. Applicazione tecnica del Libretto di impianto elettrico uso abitativo e introduzione parti comuni del condominio”. Subito dopo, Carmine Battipaglia, presidente CT 64 del Cei, parlerà de “La ricarica dei veicoli elettrici. Opportunità e impatto per il comparto elettrico”.

Seguirà dibattito.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.