Al via a Palermo la quarta tappa dell' "Enel energia tour" con le sonorità di Cosmo :ilSicilia.it
Palermo

L'appuntamento il 29 settembre

Al via a Palermo la quarta tappa dell’ “Enel energia tour” con le sonorità di Cosmo

di
28 Settembre 2018

Al via la quarta tappa dell’Enel Energia Tour che, dal 19 Luglio porta la grande musica nelle piazze e nei parchi italiani. Dopo il successo dei primi tre appuntamenti di Arezzo, Pescara e Bologna, l’evento musicale sbarca il 29 settembre a Palermo, con un intenso spettacolo che prenderà il via dalle 10 in Piazza Magione.

Musica jazz, pop, classica e indie caratterizzano i concerti dedicati a importanti nomi della musica, ma anche alla scoperta di talenti emergenti dei territori toccati dalla manifestazione, in un viaggio culturale attraverso l’Italia per intrattenere e divertire con le note dello spartito.

La tappa di Palermo vedrà protagonista una ‘line up’ di primissimo piano nel panorama musicale nazionale con Cosmo e Giorgio Poi che farà dell’Enel Energia tour un evento imperdibile.

Palermo è una tappa importantissima, Enel con la sua sostenibilità, la sua innovazione e la sua carica di forza arriva anche qui per passare insieme ai propri clienti, ai cittadini di Palermo e a tutte le persone che vivono qui e vogliono incontrarci una giornata ricca di proposte. Enel continua ad essere sempre più vicina al territorio anche grazie a questi eventi aperti a tutta la comunità”, ha dichiarato Davide Ceciliato, responsabile mercato macro-area sud di Enel.

Marco Jacopo Bianchi, in arte Cosmo, già leader e fondatore dei Drink to Me, una delle cult band più amate dell’underground italiano, è esploso nell’estate del 2016 grazie al singolo “L’ultima festa”, il brano che dà il titolo al suo ultimo album e che ha letteralmente dominato l’air play delle radio italiane fino ad arrivare al Disco d’oro.

Negli ultimi anni la sua ascesa è stata irrefrenabile e suggellata dai numeri da un tour iniziato lo scorso marzo che ha fatto registrare il tutto esaurito con date raddoppiate e un appendice europea di grande riscontro. Nel panorama musicale italiano, al momento, Cosmo spicca per la sua capacità di fondere una scrittura pop dai tratti autoriali con un approccio libero e fuori dagli schemi, più figlio della musica elettronica da club che della tradizione cantautorale.

Sul palco ci sarà spazio anche per un altro talento della musica: Giorgio Poi. Romano di adozione, nasce a Novara e, appena ventenne, si trasferisce a Londra, dove si diploma in chitarra jazz alla “Guildhall School Of Music And Drama”. Il 2017 è l’anno della sua consacrazione con una lunghissima estate di concerti che tocca praticamente tutta la penisola e i maggiori festival italiani.

Nello stesso periodo “Fa Niente”, il suo brano di maggior successo, viene eletto da Rockit miglior disco dell’anno e molti altri siti musicali lo piazzano in testa alle classifiche. La giornata sarà aperta da Manifesta 12 con lo spettacolo Aerocene. Un progetto artistico che vede la presenza di leggere sculture aeree fluttuare nell’aria solo grazie al calore delle radiazioni solari emanate dalla superficie terrestre. Un messaggio di semplicità e bellezza.

Previste, oltre alla musica, tantissime attività, come street food, intrattenimenti per tutta la famiglie e laboratori musicali per bambini. Raccontare il territorio attraverso la musica, è questo l’obiettivo di Enel Energia che vuole attivare momenti di socializzazione e di vicinanza tra le persone nell’ambito di un contesto culturale stimolante e aperto. Un’esperienza unica e coinvolgente in cui allestimenti, contenuti e relazioni con il pubblico sono disegnati per divertire e accogliere tutta la comunità.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.