Al via Blue Sea Land: l'Italia presenterà il padiglione all'Expo Dubai 2020 I Video :ilSicilia.it

L'evento in programma dal 17 al 20 ottobre a Mazara del Vallo (Tp)

Al via Blue Sea Land: l’Italia presenterà il padiglione all’Expo Dubai 2020 I Video

14 Ottobre 2019

 

Guarda il video in alto

Sarà presentato da Paolo Glisenti a Blue Sea Land, in programma dal 17 al 20 ottobre a Mazara del Vallo (Tp), il padiglione dell’Italia all’Expo di Dubai 2020. Ad annunciarlo è stato il presidente del Distretto della Pesca-Cosvap, Nino Carlino durante la conferenza stampa di presentazione del Blue Sea Land, lunedì 14, a Palazzo d’Orleans.

La Blue Economy è l’economia della responsabilità, individuale e collettiva, che parte dal mare, dalla Sicilia, ma che non si esaurisce nel mare e con il mare. Questo modello di sviluppo non riguarda infatti soltanto la pesca, ma si estende a tutte le filiere produttive, dall’agroindustria, al manifatturiero, al turismo.

Blue Sea Land è un laboratorio che divulga tutti i campi di applicazione della Blue Economy, attraverso incontri scientifici, eventi culturali e spettacoli, laboratori del gusto innovazione tecnologica. Il Distretto della Pesca e Crescita Blu – COSVAP, insieme agli Assessorati alle Attività Produttive e alla Pesca della Regione Siciliana, al Comune di Mazara del Vallo, e con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, per l’ottavo anno propone questo grande evento che mette insieme, in un unico luogo, le filiere agro-ittico-alimentari di Italia e Sicilia, dei Paesi del Mediterraneo, dell’Africa, e del Medioriente, promuovendo le eccellenze enogastronomiche, le peculiarità culturali tipiche di ogni territorio e le filiere tecnologiche.

Blue Sea Land è un Expo Multiculturale: dal 17 al 20 ottobre 2019 i visitatori avranno modo di interagire, conoscere, assaporare e scoprire i prodotti e, inoltre, potranno partecipare ad incontri, seminari, dibattiti, workshop, tavole rotonde e convegni promossi da enti, istituzioni ed organizzazioni del settore agro-ittico-alimentare. All’interno della sezione Convegni sono previsti una serie di eventi tecnico-scientifici, divulgativi, politici e culturali: il Focus Africa, con l’incontro fra i Ministri e i rappresentanti delle istituzioni dei Paesi del Mediterraneo e del Medioriente; la sessione plenaria dell’Osservatorio della Pesca Mediterraneo, con le maggiori espressioni istituzionali e scientifiche Nazionali; la presentazione del padiglione italiano di Expo Dubai 2020; iniziative dedicate allo sviluppo dell’Acquacoltura e della Pesca Sostenibile e alle strategie per la Lotta all’inquinamento da plastica. Inoltre, nella sezione dedicata ai B2B, i produttori partecipanti a Blue Sea Land incontreranno, al fine di creare opportunità di crescita delle proprie aziende, i buyers provenienti dai Paesi esteri, ciò grazie alle sinergie messe in campo con la Regione Siciliana e con ITA-ICE.

“Grazie all’attività di cooperazione economico-istituzionale, svolta negli anni dal Distretto della Pesca con il supporto della Regione Siciliana e dell’Osservatorio della Pesca del Mediterraneo – ha dichiarato Carlino –  si è potuta rafforzare l’iniziativa di promozione e sviluppo del modello distrettuale fra gli operatori economici per la creazione di un benessere diffuso tra le popolazioni. Alla luce dei mutati scenari economico-politici che hanno caratterizzato i paesi rivieraschi – ha concluso Carlino – la Sicilia si trova a svolgere un ruolo di primo piano nello spazio di cooperazione internazionale nel bacino del Mediterraneo”. 

Nel suo intervento, l’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Girolamo Turano, ha dichiarato: “Non è un caso che Mazara sia stata scelta come luogo per la presentazione del padiglione Italia ad Expo Dubai 2020. Con Blue Sea Land si apre un contesto culturale di solidarietà, pace e condivisione che non ha eguali“.

“La Sicilia torna a svolgere un ruolo fondamentale nel Mediterraneo – ha sottolineato l’Assessore Edy Bandiera – per costruire un sistema di relazioni e rapporti tra i popoli. Vi è la necessità che l’Europa sposti il baricentro delle sue attenzioni verso il Mediterraneo”. Presenti alla conferenza stampa anche Rosolino Greco, direttore Dipartimento Pesca Mediterranea, Salvatore Giglione, Dirigente Generale del Dipartimento degli Affari Extraregionali, ed il vice sindaco di Mazara del Vallo, Vito Billardello.

Particolarmente atteso il workshop: “Siciliammare – Le imprese del mare per la pesca sostenibile nel Mediterraneo” a cura del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione siciliana e di Centomedia&Lode che si svolgerà a Mazara del Vallo, venerdì 18 alle ore 16,30 nello stand del Dipartimento della Pesca allestito in piazza Mokarta. Ai lavori moderati dal giornalista Salvo Messina interverranno: gli assessori regionali Edy BandieraMimmo Turano, Rosolino Greco direttore Dipartimento Pesca Mediterranea, Nino Carlino, Valeria Patrizia Li Vigni, Soprintendente del mare Regione siciliana, Antonio Salerno, delegato Internazionalizzazione Sicindustria, Filippo Amodeo, amministratore Nino Castiglione srl, Giuseppe Gullo responsabile Dipartimento Pesca Legacoop Sicilia e Maurizio Scaglione, direttore di Siciliammare.it

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.