Al via un nuovo incontro per i "Mercoledì di Palazzetto Mirto" ideati da Sebastiano Tusa :ilSicilia.it
Palermo

mercoledì 20 novembre

Al via un nuovo incontro per i “Mercoledì di Palazzetto Mirto” ideati da Sebastiano Tusa

di
19 Novembre 2019

Nell’ambito dei “Mercoledì di Palazzetto Mirto”, eventi curati dalla Soprintendenza del Mare, si terrà il 20 Novembre, presso la sede di via Lungarini a Palermo, l’incontro sul tema “Art Bonus, mecenati di Oggi per la Sicilia di Domani”.art bonus

Ad affrontare l’argomento e curare l’incontro sarà Andrea Grigoletto, consulente legale in tema di beni culturali che opera a Venezia.

Interverranno, inoltre, Lina Bellanca, soprintendente ai beni culturali di Palermo, Valeria Li Vigni, Soprintendente del Mare, e vari rappresentanti di istituzioni pubbliche e private.

I “Mercoledì di Palazzetto Mirto“, ideati dal professore Sebastiano Tusa, da anni promuovono la cultura del mare tramite incontri in cui si affrontano svariati temi, mobilitandosi con azioni di denuncia e di prevenzione in difesa di esso.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.