Alfano non punta a Palazzo d'Orleans e difende a spada tratta il posto del fratello | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Il ministro in Sicilia per la campagna referendaria

Alfano non punta a Palazzo d’Orleans e difende a spada tratta il posto del fratello

30 Novembre 2016

“Amo la Sicilia, ma sono abituato a fare un mestiere alla volta”. Lo ha detto in una trasmissione radiofonica il ministro dell’Interno, Angelino Alfano rispondendo ad una domanda su una sua possibile candidatura alla presidenza della Regione siciliana.

“In passato ho gia’ detto di no, non perche’ non lo considero importante, ma perche’ ho fatto altre scelte. Al momento non e’ nei miei piani, non e’ nei miei progetti, voglio costruire un’area moderata, sono convinto che lo spazio ci sia”. Il leader di Ncd, che domani sarà tra Messina ed Agrigento per sostenere il referendum del 4 dicembre, ha risposto anche ad alcune domande sul fratello Alessandro, dirigente delle Poste in Sicilia e con un passato da segretario generale della Camera di Commercio di Trapani. “La carriera di mio fratello non e’ lampo, lavora da vent’anni. Qualcuno gli dovrebbe chiedere scusa per un procedimento giudiziario, poi archiviato, che lo ha danneggiato. Report ha infierito perche’ si tratta di mio fratello”.

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.