Alimentare: nasce il marchio "Mancia comu parri" per la tutela del Made in Sicily :ilSicilia.it

Lo dice Vincenzo Figuccia

Alimentare: nasce il marchio “Mancia comu parri” per la tutela del Made in Sicily

di
3 Luglio 2019

Al via la campagna “Mancia comu parri, mangia sano, mangia siciliano!” per la promozione del Made in Sicily nel settore alimentare. Oggi l’iniziativa è stata presentata dal deputato regionale Vincenzo Figuccia (Udc) nel corso di una kermesse che ha riunito a Palermo diversi produttori siciliani.

“Mancia comu parri, mangia sano, mangia siciliano – afferma Figuccia – è già un hashtag attraverso il quale parte la sensibilizzazione per dire ai siciliani che mangiare siciliano conviene. È utile alla salute ma è utile soprattutto a un tessuto produttivo dell’economia regionale, fatto da piccoli imprenditori, agricoltori, produttori di olio, vino e cereali che arricchiscono la Sicilia con le loro eccellenze: fichi d’india, olio extravergine d’oliva, cioccolato, pistacchio, pomodoro e fragole, carni e formaggi tipici.

Una produzione di cui andare orgogliosi – dice il parlamentare regionale – a difesa di un mercato che vede i nostri imprenditori tutelati ed in crescita ma anche a difesa della salute alimentare. Portare a tavola prodotti che arrivano dai luoghi sconosciuti della terra, carichi di veleni, rischia di diventare nocivo per la nostra salute, per i nostri figli, per i nostri cari. Oggi durante il lancio della campagna promozionale – prosegue – ho avuto modo di fare il confronto tra due piatti apparentemente identici: il primo quello globalizzato, con le etichette delle multinazionali, il secondo quello nostrano, dove grano, pomodoro e basilico portano i colori della terra di Sicilia, le sue garanzie e la sua eccellenza. Quando andiamo al supermercato – conclude Figuccia – controlliamo il prodotto, vediamo da dove viene e se non è siciliano, scartiamolo”.

Nei prossimi giorni verrà lanciato anche il logo dell’associazione che riunisce gli imprenditori agricoli e il marchio “Mancia comu parri” assieme a un ddl che disciplina la materia tutelando consumatori e produttori.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin