Alimentare: nasce il marchio "Mancia comu parri" per la tutela del Made in Sicily :ilSicilia.it

Lo dice Vincenzo Figuccia

Alimentare: nasce il marchio “Mancia comu parri” per la tutela del Made in Sicily

di
3 Luglio 2019

Al via la campagna “Mancia comu parri, mangia sano, mangia siciliano!” per la promozione del Made in Sicily nel settore alimentare. Oggi l’iniziativa è stata presentata dal deputato regionale Vincenzo Figuccia (Udc) nel corso di una kermesse che ha riunito a Palermo diversi produttori siciliani.

“Mancia comu parri, mangia sano, mangia siciliano – afferma Figuccia – è già un hashtag attraverso il quale parte la sensibilizzazione per dire ai siciliani che mangiare siciliano conviene. È utile alla salute ma è utile soprattutto a un tessuto produttivo dell’economia regionale, fatto da piccoli imprenditori, agricoltori, produttori di olio, vino e cereali che arricchiscono la Sicilia con le loro eccellenze: fichi d’india, olio extravergine d’oliva, cioccolato, pistacchio, pomodoro e fragole, carni e formaggi tipici.

Una produzione di cui andare orgogliosi – dice il parlamentare regionale – a difesa di un mercato che vede i nostri imprenditori tutelati ed in crescita ma anche a difesa della salute alimentare. Portare a tavola prodotti che arrivano dai luoghi sconosciuti della terra, carichi di veleni, rischia di diventare nocivo per la nostra salute, per i nostri figli, per i nostri cari. Oggi durante il lancio della campagna promozionale – prosegue – ho avuto modo di fare il confronto tra due piatti apparentemente identici: il primo quello globalizzato, con le etichette delle multinazionali, il secondo quello nostrano, dove grano, pomodoro e basilico portano i colori della terra di Sicilia, le sue garanzie e la sua eccellenza. Quando andiamo al supermercato – conclude Figuccia – controlliamo il prodotto, vediamo da dove viene e se non è siciliano, scartiamolo”.

Nei prossimi giorni verrà lanciato anche il logo dell’associazione che riunisce gli imprenditori agricoli e il marchio “Mancia comu parri” assieme a un ddl che disciplina la materia tutelando consumatori e produttori.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.