Alla fattoria Ruralia le dolcezze di Natale :ilSicilia.it
Palermo

Domenica 16 dicembre 2018

Alla fattoria Ruralia le dolcezze di Natale

14 Dicembre 2018

Il Natale è dolce in Sicilia perché nella civiltà contadina, con l’arrivo del buio e del freddo dell’inverno, i dolci riscaldavano l’anima e il cuore.

Il Buccellato, in siciliano “cucciddato” o “vurciddatu” deriva dal latino “buccellatum” che significa pane da sbocconcellare. Il ripieno, “‘u chinu”, è costituito da mandorle tritate, zucca candita e cioccolato; la coloritura è gialla con sfumature che variano dal paglierino all’ambrato, con consistenza morbida. Si prepara con la farina di un grano gentile, la Maiorca.

La scattata, dolce tipico di Alia, è tra i più salutisti dei dolci: solo mandorle tostate, poco zucchero e poca acqua, fatti a palline a messi in forno tiepido aspettando che scatta.

La catena generazionale, madri, figlie e nonne, qualche settimana prima del Natale, si riuniva e in un locale dotato di forno a legna, per l’occasione trasformato in laboratorio dolciario, iniziava la lunga preparazione che durava diversi giorni. Con dovizia e pazienza si predisponevano questi meravigliosi gioielli alimentari che dovevano consumarsi all’annuncio della nascita di Gesù.

 

Domenica 16 dicembre 2018 alla Fattoria Ruralia

ORE 11 BENVENUTO IN FATTORIA

LABORATORIO DOLCI: dal grano Maiorca ai BUCCELLATI E SCATTATE. LABORATORIO DEL LATTE, FORMAGGI E RICOTTA

ORE 13 PRANZO

Pane cunzato di grani antichi cunzato con olio di oliva, acciughe e pecorino Zuppa di legumi e cereali

Pasta con cavolicelli e salsiccia

Pasta con astratto di pomodoro siccagno e mollica atturrata Carni bianche e patate a forno

Bruciulune di cutina di maiale Verdure spontanee saltate in padella Frutta di stagione

Dolcezze di Natale

 

€ 25 – Gratis fino a 4 anni – 50% fino a 12 anni – Sconto 10% per gruppi superiori a 10 persone
ALIA (PA) – Contrada Porcheria SS 121 – Palermo-Catania km 182.500 3343517518 – 3664519067
© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.