16 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.04

la decisione del partito nazionale

Davide Faraone non è più il segretario regionale del Pd

19 Luglio 2019

Alla fine il verdetto è arrivato, il senatore renziano del Pd, Davide Faraone non è più segretario regionale del Partito democratico.

La commissione nazionale di garanzia dei democratici ha annullato l’elezione regionale del Pd in Sicilia. Il partito ha accolto i ricorsi arrivati a Roma dalla candidata alla segreteria Teresa Piccione.

La polemica che ha accompagnato la corsa alla segreteria del Partito democratico siciliano, con le primarie annullate a 48 ore dall’apertura dei gazebo, senza congressi nei circoli, era arrivata dritta e veloce a Roma. La sua avversaria politica, Teresa Piccione, franceschiniana di Area Dem e vicina al presidente della Regione Lazio e segretario nazionale del Pd, Nicola Zingaretti, ha rinunciato alla corsa, accusando i renziani di violare le regole e annunciando ricorso al Tar. Sull’Isola è andata così in scena, in modo plastico, l’ennesima resa dei conti tra correnti. E già si sente l’aria di scissione.

Adesso, si ripristina l’agibilità del partito democratico” afferma l’ex deputata del Pd, Teresa Piccione a IlSicilia.it. “Finalmente si ridà dignità ad un partito in questa Isola che puo’ ripartire dalla base, dai circoli e da una linea politica comune“.

Appresa la notizia da Roma, l’ex segretario regionale del partito democratico a quanto pare ha inoltrato un sms comune a tutti i suoi compagni ed amici politici scrivendo: “Solo per informarvi che mi hanno appena commissariato. Ci abbiamo almeno provato a cambiare il Pd in Sicilia“.

Adesso a Nicola Zingaretti non resta altro che nominare un commissario del partito in Sicilia. Tecnicamente decade anche il vice di Davide Faraone, ossia: Antonio Rubino.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Non aprite quella pentola…

Vi sono diverse variabili che interferiscono con la comunicazione fra individui. Il livello di intimità raggiunto e il linguaggio del rifiuto utilizzato possono contribuire alla percezione distorta dei fatti e alla creazione di pregiudizi ed equivoci. Tutto dà voce a quei pensieri che sono fuori dalla consapevolezza.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.