24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.12

Rumors di palazzo e cambi di casacca

All’Ars Forza Italia perde pezzi, anche Rossana Cannata verso FdI

9 Luglio 2019

Rossana Cannata, deputata regionale di Forza Italia  aderisce a Fratelli d’Italia. Una voce che da tempo aleggia a Palazzo dei Normanni, ma che in queste ore è diventata ufficiale. Il fratello Luca, attuale sindaco di Avola, alle scorse elezioni europee è stato inserito nella lista di Fdi nel collegio di Sicilia e Sardegna, riportando un risultato particolarmente apprezzabile.

Con l’ingresso nel partito di Giorgia Meloni, si consuma così un divorzio politico iniziato da tempo, dopo che alle regionali del 2017 il sindaco aveva contribuito alla ripresa del partito azzurro, sostenendo l’elezione della sorella.

Diamo il benvenuto a Rossana e Luca Cannata che con tanti amministratori aderiscono al progetto politico di Giorgia Meloni“. Afferma il neo assessore regionale di Fdi, Manlio Messina.

Secondo alcune versioni, sarebbero divenute nel tempo insuperabili le divergenze con Stefania Prestigiacomo. Ma non è solo questo il motivo per cui l’avvocatessa si è diretta verso Fdi. Sembrerebbe che il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, che giovedì prossimo ufficializzerà anche lui l’ingresso nel partito della Meloni, attraverso i propri consigli politici abbia accelerato il cambio di casacca della parlamentare regionale.

E così, Rossana Cannata è l’ennesima pedina persa dallo scacchiere di Gianfranco Miccichè e del suo gruppo parlamentare, dopo che Luigi Genovese ha costituito all’Ars ‘Ora Sicilia’.

Da oggi la mia attività di deputato regionale proseguirà con Fratelli d’italia,  a difesa degli stessi valori che mi hanno ispirato in questo anno e mezzo, con la coerenza che mi ha contraddistinto, a fianco degli stessi gruppi e sostenitori con cui ho portato avanti iniziative e progetti”.  Afferma Rossana Cannata. “Lascio Forza Italia con rammarico ma, con altrettanta decisa e ferma convinzione, aderisco al gruppo di fratelli d’Italia per intraprendere un percorso politico di rinnovamento e di visioni strategiche rivolte ad una classe dirigente che guarda al merito e al territorio. Non condivido più il modus operandi di Forza Italia : per me politica significa scommettersi e dare un contributo fattivo e concreto alla crescita della nostra terra, nel rispetto delle idee e della volontà dei cittadini ed elettori, che si concretizza nella gestione democratica del partito. Ringrazio Gianfranco Miccichè, per l’esperienza con lui maturata e la lealtà nei rapporti amicali, e i colleghi deputati del gruppo di Forza Italia, di cui ho massima stima e con i quali continuerò a collaborare in aula per il bene dei siciliani. Una decisione concordata con Giorgia Meloni, leader capace e carismatica, con la quale ho parlato della necessità di riscontrare le esigenze di cambiamento esternate dagli italiani e in particolar modo dai siciliani, nella condivisione del programma di governo portato avanti dal presidente Musumeci” .

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.