19 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.54

Già in atto la conta dei danni

Allerta maltempo, Musumeci : “Roma riconosca lo stato di calamità in Sicilia”

2 Novembre 2018

“La Protezione civile è in giro per verificare l’entità dei danni, abbiamo già chiesto lo stato di calamità per alcune aree. Speriamo che gli interventi da Roma arrivino”. Lo ha dichiarato il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ai microfoni di Radio 1, intervenendo in merito all’ondata di maltempo che ha colpito la regione.

“In questo momento – ha aggiunto – tutta la Sicilia è sotto pressione, viviamo in una condizione di comprensibile ansia”. Il ragusano è stato particolarmente colpito e questa situazione di estremo disagio appare evidente perchè in quella provincia si registra il maggior numero di aziende agricole, prevalentemente serre e vivai”.

“Purtroppo la conta dei danni è ancora in corso”, ha sottolineato Musumeci, ricordando che nei giorni scorsi erano state colpite le province di Catania, Siracusa ed Enna.

“E’ una situazione drammatica perchè da anni non si fa manutenzione. Ho scoperto che in passato erano anche state date delle disposizioni con risorse finanziarie ma gli uffici non hanno dato seguito agli atti formali e nessuno si è preoccupato di accertare le responsabilità delle gravi omissioni degli uffici”.

 

Leggi anche:

Maltempo, trombe d’aria sulla Sicilia. Danni e tensione tra la popolazione

Ondata di maltempo in Sicilia: la Protezione Civile dirama l’allerta rossa

Emergenza maltempo, allerta arancione e disagi in Sicilia: strade come torrenti

Nubifragi e allagamenti nell’Agrigentino. Fiumi di acqua e fango a Sciacca | Il video

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Wanted perde un uomo fondamentale

Il 10 marzo del 241 a.C. la battaglia delle Egadi metteva fine alla prima guerra punica cambiando la storia del Mediterraneo con la vittoria dei Romani sui Cartaginesi.