All’origine del Politico tra cattolicesimo e nichilismo nella figura di Carl Schmitt :ilSicilia.it
Catania

Dal 2 marzo in libreria il saggio di Fabrizio Grasso per Mimesis

All’origine del Politico tra cattolicesimo e nichilismo nella figura di Carl Schmitt

di
3 Marzo 2017
grasso

È fresco di stampa il denso e breve saggio Archeologia del concetto di Politico in Carl Schmitt (Mimesis, pp.80, 10.00 euro) del catanese Fabrizio Grasso, classe 1984, filosofo e giornalista. L’autore, attento alle fonti e alla critica, esplora il celeberrimo concetto formulato dal famigerato giurista del Terzo Reich per definirne con precisione il punto d’origine. L’interpretazione di Grasso è polemica nei confronti di quanti negli anni, hanno letto e commentato da sinistra il giurista, perché l’ideologia applicata all’analisi produce incomprensioni. Per questo motivo Schmitt è letto dalla prospettiva cattolica e controrivoluzionaria che consente un accesso privilegiato alle categorie di pensiero del filosofo del Nomos.

La prefazione al testo è del professore Luciano Albanese, dell’università La Sapienza di Roma, è proprio lui a sottolineare che «il volume esce in un momento cruciale della storia dell’Occidente, che subisce l’assalto frontale da parte dei gruppi più radicali dell’estremismo di matrice islamica» e che «quello che emerge dalla lettura delle riflessioni di Grasso sul pensiero di Schmitt è il codice genetico della situazione attuale».

È l’opposizione radicale tra secolarismo e cattolicesimo ad essere alla base del moderno concetto di Politico? Politica e nichilismo sono irreparabilmente intrecciati? Un’ipotesi di risposta è offerta nella nota finale in cui è evocato il pensiero del filosofo che è diventato il santo protettore di anarchici ed egoisti, l’innominabile Max Stirner.

Nota infatti il professore Tino Vittorio, che ha insegnato nella facoltà di Scienze Politiche dell’università di Catania, «tra Stirner e Schmitt la politica – non da ora – si fonda sul nulla, sull’arbitrio infondato – scrive il giovane Fabrizio Grasso – I politici sono una nullità. E io che cattolico non sono (come invece lo era Schmitt) sospetto che sia inconfutabile. Insomma, siamo – sì – al mercato del nulla!».

Inoltre, al professore non sfugge nemmeno la criptica dedica in esergo e difatti spiega «è dedicato a Talestri, una regina amazzone che, accesa di passione per Alessandro Magno la cui fama era arrivata fino a lei, andò a trovare il re dei Macedoni. Alla domanda di questi – perché sei venuta a cercarmi? – Talestri rispose: per giacere con te».

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin