Alluvione del 15 luglio, Ferrandelli: "Dopo 150 giorni nessuna relazione dal Comune di Palermo" :ilSicilia.it
Palermo

l'affondo del consigliere comunale

Alluvione del 15 luglio, Ferrandelli: “Dopo 150 giorni nessuna relazione dal Comune di Palermo”

di
16 Dicembre 2020

“Il Comune di Palermo, a distanza di 150 giorni dagli eventi alluvionali del 15 luglio scorso, non ha ancora inviato la relazione necessaria alla dichiarazione dello stato di calamità, propedeutica al riconoscimento da parte del Governo nazionale dello stato di emergenza”.

Queste le dichiarazioni a muso duro del capo dell’opposizione e componente della segreteria nazionale di +Europa Fabrizio Ferrandelli.

“Stamane ho ribadito in commissione bilancio, per l’ennesima volta, l’incapacità dell’amministrazione ed ho richiesto, ancora una volta, una seduta alla presenza del Sindaco per porre fine a questa indecenza. Ho evidenza che con nota 24772 del 5/11/2020 la Presidenza della Regione sollecitasse al Sindaco, mettendo in copia il Presidente del Consiglio dei Ministri ed il Prefetto di Palermo, la relazione dettagliata sui danni arrecati a persone e cose. Motivo per il quale risulta anche bloccata l’erogazione del contributo di € 900.000,00 previsto dalla legge regionale n.3/2020.

Mi preme informare la cittadinanza – continua Ferrandelli – che diverse sedute di commissione e di consiglio comunale sono state dedicate alla risoluzione della problematica relativa agli indennizzi, nonostante le cause degli ulteriori ed eventuali allegamenti siano ancora tutt’altro che rimosse, ma che ad oggi tutto tace. Un comportamento del genere risulta deprecabile amministrativamente ma anche manifestatamente omissivo e irrispettoso della condizione di chi ha subito danni significativi trovandosi in una condizione di sopravventa difficoltà per cause altrui. Al danno si sta aggiungendo la beffa di chi non svolge il proprio dovere ed io andrò fino in fondo incalzando e denunciando”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin