Almaviva, Blutec, Fincantieri: la lunga crisi delle imprese a Palermo, 158 le vertenze aperte :ilSicilia.it
Palermo

UGL: “La crisi di Governo ci ha dato il colpo di grazia”

Almaviva, Blutec, Fincantieri: la lunga crisi delle imprese a Palermo, 158 le vertenze aperte

di
30 Agosto 2019

Il MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) mette a disposizione, attraverso la Struttura per le Crisi d’Impresa, strumenti per sostenere le aziende in difficoltà che in Italia oramai si avviano a raggiungere il numero di 200.

“Sulla carta appare tutto perfetto, ma non è così! – scrive l’UGL Palermo – Con il nuovo Governo ci si aspettava un bagno di umiltà ed una ripartenza con la giusta marcia, tavolo di crisi è un’espressione purtroppo  ormai consolidata nella gestione delle crisi aziendali in Italia, ma con risoluzioni pari a zero. Ricordiamo che sono gestite dal Mise, convocati periodicamente partecipano i dirigenti del ministero incaricati di seguire la politica industriale, i rappresentanti dell’azienda e del sindacato. Gli incontri si concludono con la definizione di un verbale che tiene conto dello stato dell’arte relativo a procedure di mobilità, riorganizzazione o ristrutturazione. Situazioni di difficoltà che ormai caratterizzano molti settori dalla siderurgia all’agroalimentare, con le crescenti difficoltà della grande distribuzione organizzata, che affliggono il territorio senza grandi distinzioni tra Nord e Sud”.

mise, ministero sviluppo economicoSulle vertenze in corso relative al territorio di Palermo e provincia, è intervenuto il sindacato UGL del capoluogo regionale.

“Sono crisi che non conoscono pause, l’inaspettata crisi di Governo ci ha dato il colpo di grazia, in particolare per quanto concerne le aziende operanti sul territorio di Palermo e della sua provincia – dichiara il Segretario responsabile dell’Ugl palermitana, Franco Fasola – sono ben 158 i tavoli aperti in attesa di soluzioni, fra le quali Almaviva, Blutec, Lear Corporation e Fincantieri, che orbitano nel nostro comprensorio”.

“Adesso ci domandiamo – conclude il sindacalista –  quale futuro avranno in un’economia territoriale oramai asfittica e senza prospettive future, considerato che tutti gli incontri sulle vertenze aperte che ci riguardano si sono sempre conclusi al massimo con la concessione o la proroga della cassa integrazione straordinaria, di fatto nessuna soluzione reale è stata trovata, adesso più che mai nutriamo alla luce del nuovo scenario politico forti preoccupazioni per la sopravvivenza delle nostre aziende”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin