Almaviva, i sindacati: "Evitare tragico epilogo" :ilSicilia.it
Palermo

Lo rende noto FISTel Cisl Sicilia

Almaviva, i sindacati: “Evitare tragico epilogo”

di
14 Agosto 2019

Continuano le preoccupazioni per i lavoratori di Almaviva Palermo. Martedì 13 agosto, Almaviva Contact spa, nel corso di un incontro per i collaboratori a progetto, ha comunicato alle Organizzazioni sindacali la disdetta del contratto di locazione relativo ai locali di via Ugo La Malfa, e che dall’1 gennaio 2020 via Cordova rimarrà l’unica sede aziendale a Palermo per tutti i lavoratori e i collaboratori a progetto“.

Lo rende noto Francesco Assisi, segretario generale della FISTel Cisl Sicilia.

La comunicazione di Almaviva ci preoccupa molto – aggiunge – perché manifesta un chiaro intento di concentrarsi su un unico sito, già non sufficiente per le risorse in organico. Se uniamo questa notizia all’annunciata apertura delle procedure di riduzione del personale nel mese di settembre – prosegue il sindacalista – il quadro complessivo non è rassicurante per il futuro del sito palermitano. Ci auguriamo che la crisi di Governo in atto non pregiudichi i lavori previsti e programmati per l’apertura del tavolo ministeriale per Almaviva giá fissato per il 5 di settembre, con la speranza che riesca ad evitare il tragico epilogo che sembra prefigurarsi all’orizzonte“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.