Almaviva, Russo e Scarpinato: "Cosa farà il governo degli operatori del call center?" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Almaviva, Russo e Scarpinato: “Cosa farà il governo degli operatori del call center?”

di
25 Agosto 2021

Cosa pensa di fare il governo nazionale dei 570 operatori del call center Almaviva di Palermo che rischiano di perdere il posto di lavoro, dopo tanti anni di onorato servizio di customer service per Alitalia?”. Lo chiedono Raoul Russo, coordinatore provinciale, e Francesco Scarpinato, capogruppo al comune e coordinatore a Palermo di Fratelli d’Italia.

E’ incredibile come una nuova società, sostanzialmente pubblica, che opera con fondi statali e che subentra alla compagnia di bandiera – aggiungono Russo e Scarpinato – possa dimenticare e cancellare con un tratto di penna le clausole di salvaguardia sociale, previste dalla legge soprattutto per casi analoghi a questa situazione che coinvolge il call center di Palermo, che oggi non può perdere 570 posti di lavoro. Ita, la nuova compagni di bandiera parte male voltando le spalle ad operatori qualificati che hanno garantito in modo encomiabile un servizio essenziale”, concludono.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.