Amap rompe con la Cisl. "Pronti a denunciare per danno all'immagine" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Secondo il presidente Prestigiacomo la Cisl non deve allarmare i lavoratori sullo stato dell'azienda che invece gode di ottima salute

Amap rompe con la Cisl. “Pronti a denunciare per danno all’immagine”

di
16 Dicembre 2016

Il presidente dell’Amap Maria Prestigiacomo entra nel merito delle dichiarazioni diffuse dal sindacato delle Cisl in occasione di uno sciopero aziendale; l’accusa che muove il presidente al sindacato è quella di allarmare i lavoratori sostenendo che la sua azienda sia sull’orlo del fallimento. “Sono informazioni false, utili soltanto a quanti vogliono contrastare in modo inqualificabile la precisa scelta dell’amministrazione comunale di cui l’azienda è convintamente il braccio operativo: confermare ed estendere ad altri Comuni quel diritto e bene comune che è il servizio idrico integrato a gestione pubblica“.

maria-prestigiacomoSecondo la Prestigiacomo (nella foto) è importante rassicurare tutti i dipendenti sull’ottima salute dell’Azienda. “L’Amap è una società a capitale interamente pubblico; da azienda cittadina ad azienda metropolitana, gestendo 34 comuni oltre Palermo, avendo assorbito e garantendo l’occupazione e l’utilizzo produttivo di 200 lavoratori ex di Acque Potabili Siciliane e, soprattutto, è stata parte attiva per garantire che l’acqua fosse pubblica. I nostri conti sono sani e il piano industriale, ben conosciuto dai sindacati, lo dimostra“.

Gli incassi sono regolari, ricorda il presidente, così come la lettura dei consumi e la fatturazione, sottolineando inoltre come trasparenza e legalità senza nessun tipo di disparità. “Non sarebbe la prima volta che la Cisl diffonde delle falsità; se le loro parole dovessero danneggiare l’immagine e le relazioni con i fornitori o i gruppi bancari con cui stiamo trattando un mutuo che permetterà ingenti investimenti nel territorio – conclude attaccando il sindacato – non esiteremo a denunciarli”.
© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin