Amat: approvato il bilancio, Cimino riconfermato presidente :ilSicilia.it
Palermo

Operativo il piano di risanamento aziendale

Amat: approvato il bilancio, Cimino riconfermato presidente

11 Dicembre 2019

L’assemblea dei soci dell’Amat ha approvato il bilancio 2018, nominato il nuovo Consiglio di amministrazione e riconfermato i componenti del collegio sindacale.

L’approvazione del bilancio 2018 tiene conto del Piano di risanamento aziendale, che da oggi diventa operativo. Michele Cimino, attuale amministratore unico dell’Amat, esperto in diritto dell’economia, è stato nominato presidente del nuovo Consiglio di amministrazione.

Gli altri due componenti sono: Alessandra Sinatra (vicepresidente) – in passato nel board aziendale – esperta in diritto del lavoro e Sergio Perna (Consigliere), esperto di diritto societario. Il Cda si insedierà il prossimo lunedì.

Ringrazio il sindaco e l’Amministrazione comunale per la fiducia accordatami – ha commentato il neo presidente dell’Amat, Michele Cimino – Presenterò al Socio una relazione sull’attività svolta da amministratore unico, evidenziando potenzialità e criticità dell’azienda. Sono lieto di condividere con due importanti professionisti il percorso che mira a migliorare le performance dell’azienda“.

Riconfermati i componenti del collegio dei sindaci: Sebastiano Torcivia (presidente), Maria Teresa Mannina (sindaco effettivo), Enrico Piazza (sindaco effettivo), Francesca Di Stefano (sindaco supplente) e Concetta Scuderi (sindaco supplente).

L’approvazione del bilancio ha costituito un passaggio importante – ha detto l’assessore alla Mobilità Giusto Catania – per costruire e migliorare, con l’aiuto dell’amministrazione comunale, e in vista degli investimenti sul Tpl, il trasporto su gomma e ferro“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.