Amazon: cento assunzioni per il nuovo magazzino a Catania :ilSicilia.it
Catania

 aperto un nuovo deposito

Amazon: cento assunzioni per il nuovo magazzino a Catania

di
4 Giugno 2020

Amazon apre un nuovo deposito a Catania. Si tratta di un nuovo magazzino della società del famoso shop online, che metterà a disposizione 100 nuovi posti di lavoro con altrettante assunzioni in Sicilia. Il nuovo centro logistico nell’isola darà opportunità di lavoro a diverse figure professionali, anche tramite contratti di lavoro a tempo indeterminato.

l deposito sarà operativo nella zona di Pantano d’Arci a partire dai prossimi mesi autunnali e permetterà di effettuare il servizio di smistamento delle merci e dei prodotti Amazon in alcune zone della Sicilia, come le province di Catania, di Messina e di Siracusa.

Le assunzioni previste sono cento, anche perché si tratta di un deposito che avrà una dimensione di quasi 10.000 metri quadrati. Sono già disponibili alcune delle selezioni previste e chi vuole ha la possibilità di inviare la propria candidatura all’azienda.

Figure richieste

La nuova apertura porterà in Amazon assunzioni dirette per 30 addetti. In buona parte si tratterà di operatori di magazzino, che si occuperanno delle attività di ricezione, movimentazione, carico, scarico e spedizione della merce. Le opportunità di lavoro riguardano anche altri profili.

Al momento sono diverse le posizioni aperte per figure manageriali, tecniche e di supporto. La campagna di recruiting per i magazzinieri, invece, partirà nel periodo estivo.

Per le aziende fornitrici del servizio di consegna, invece, serviranno 70 autisti a tempo indeterminato. Il totale dei posti è riferito alla piena operatività della struttura e sarà coperto entro 3 anni.

Come partecipare

Bisogna andare nella sezione Lavora con noi del sito di Amazon. Man mano che verranno pubblicate le opportunità di lavoro, sarà possibile partecipare inviando la propria candidatura.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.