Amazon fonirà supporto legale alle azioni contro il "Muslim ban" di Trump | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Banner Bibo

Amazon fonirà supporto legale alle azioni contro il “Muslim ban” di Trump

di
2 Febbraio 2017

L’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, si è impegnato nel fornire le risorse legali della sua compagnia per lottare contro il cosiddetto “Muslim ban” dell’attuale presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, cioè il veto di ingresso imposto ai cittadini di una serie di nazioni musulmane.

In una email inviata agli impiegata questo lunedì pomeriggio, Bezos ha comunicato che la società impiegherà i suoi legali per combattere tale atto. Uno degli elementi chiave di tale opposizione è costituito dal fornire supporto al procuratore generale dello stato di Washington, dove Amazon ha sede, nella sua causa contro Trump.

In un estratto della mail pubblicata da Recode, l’amministratore di Amazon elenca del dettaglio alcune delle azioni della compagnia: “Abbiamo raggiunto i leader del Congresso di entrambe le fazioni per esplorare delle opzioni legislative. Il nostro team legale ha preparato una dichiarazione di sostegno al procuratore generale dello stato di Washington che sarà il deposito di una denuncia contro l’ordine. Stiamo lavorando pure ad altre opzioni legali”.

Dall’annuncio di Amazon, altre compagnie con sede a Washington si sono unite nel supporto contro il Muslim ban come la compagnia di viaggi Expedia, il cui amministratore delegato è di origini Iraniane, Dara Khosrowshahi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin