Ambiente: amianto e sfabbricidi. Scoperta bomba ecologica alla foce dell'Oreto :ilSicilia.it
Palermo

Sequestrata l'area

Ambiente: amianto e sfabbricidi. Scoperta bomba ecologica alla foce dell’Oreto

di
22 Dicembre 2017

PALERMO. Il dubbio adesso si è tramutato in certezza. Nei mesi scorsi avevamo raccontato in esclusiva la presenza di amianto, rifiuti industriali cancerogeni e sfabbricidi lungo la Costa Sud, precisamente all’altezza dell’ex mammellone di Acqua dei Corsari. A causa dell mareggiate la costa è stata erosa, e l’acqua ha fatto riaffiorare rifiuti speciali, potenzialmente pericolosi per la salute pubblica. Avevamo documentato le paure dei residenti di via Messina Marine che sostenevano alti tassi di morte per tumore tra gli abitanti della zona. Infine a seguito delle segnalazioni l’Arpa e la Capitaneria di di porto si erano attivate per effettuare campionamenti e analisi. L’ipotesi che emerse era di portare gli atti alla procura.

Oggi, sempre sullo stesso litorale, poche centinaia di metri prima, all’altezza della foce del fiume Oreto, una nuova amara scoperta.

Gli agenti della Polizia municipale di Palermo hanno sequestrato un’area di 5 mila metri quadrati alla foce del fiume Oreto utilizzata dalla ditta “La Cala scarl” quale deposito di tubi per la realizzazione del nuovo collettore fognario di Palermo.

Gli agenti, a seguito di un incendio di probabile origine dolosa avvenuto la scorsa estate (dove fu ritrovato pure un cadavere in decomposizione, sotto la FOTOGALLERY), hanno effettuato controlli accorgendosi che nell’area vi sono lastre di amianto sbriciolato e rifiuti di vario genere.

Le mareggiate di questi giorni hanno provocato erosioni nel terreno, portando alla luce i rifiuti. Si sospetta che l’area sia utilizzata da decenni per scaricarci rifiuti di ogni genere, dagli sfabbricidi del sacco di Palermo ai residui industriali dei giorni d’oggi, e successivamente spianata. Se le ipotesi degli investigatori risultassero vere, rimarrebbe il problema della bonifica, in quanto l’area di proprietà della Fincantieri e del Demanio marittimo è stata ceduta al Comune, che a sua volta l’ha data in concessione alla ditta “La Cala”.

Adesso bisogna capire chi dovrà bonificarla.

Proprio lunedì scorso, il noto videomaker e documentarista palermitano Igor D’India, ha pubblicato un video che sta spopolando sui social network, in cui auspicava il rilancio dell’Oreto, “da fogna all’Unesco”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.