Ambiente: il FAI finanzia il Fiume Oreto, in arrivo 65 mila euro :ilSicilia.it
Palermo

NELL'AMBITO DELL'INIZIATIVA "I LUOGHI DEL CUORE"

Ambiente: il FAI finanzia il Fiume Oreto, in arrivo 65 mila euro

12 Novembre 2019

Ventisette nuovi progetti e 500.000 euro a disposizione per dare un futuro ai “Luoghi del cuore”, all’interno della nona edizione del censimento dei siti italiani da non dimenticare promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Beni che ricordano quanto variegato e diffuso sia il nostro patrimonio, quanto sia secolare ma anche fragile, legato all’ambiente che lo circonda e alle storie delle comunità che vi si identificano.

Il Fiume Oreto, corso d’acqua palermitano inquinato per la presenza di numerosi scarichi fognari abusivi, riceverà 65.000 euro che andranno a favore di un progetto da individuare nell’ambito del Contratto di Fiume.

L’impegno delle parti in campo sta già dando i primi frutti, in quanto il progetto per bonificare una parte di fiume e renderla fruibile alla città di Palermo è stato candidato dal Comune a un bando di finanziamento europeo e il progetto ha superato il primo step di ammissibilità: si tratta di un nuovo, importante passo verso l’auspicato arrivo di un finanziamento di 6,8 milioni di euro.

Per gran parte della sua lunghezza del corso d’acqua, si estende un SIC (sito di interesse comunitario) di grande valore naturalistico, che rappresenta, in un’area estremamente antropizzata, un rifugio e un corridoio ecologico per la fauna selvatica. Il fiume è inquinato per la presenza di numerosi scarichi fognari abusivi e perché viene spesso utilizzato come discarica a cielo aperto.

Da 20 anni si parla dell’istituzione di un parco, mai concretizzata; del resto la riqualificazione del fiume non può prescindere dai problemi di smaltimento e trattamento delle acque reflue.

Finalmente, a seguito dello straordinario risultato al censimento del FAI – ottenuto grazie all’impegno del Comitato “Salviamo l’Oreto” con il supporto della Delegazione FAI Palermo e del Gruppo FAI Giovani Palermo – si è arrivati a una svolta: la questione “Fiume Oreto” è tornata all’attenzione pubblica e alla fine del 2018 è stato avviato un tavolo di confronto territoriale, volto alla costituzione di un “Contratto di Fiume”, documento strategico che permette di pianificare azioni concrete e condivise dalla comunità di riferimento.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.