Ambiente, inquinamento nel parco Cassarà: PM chiede condanne :ilSicilia.it
Palermo

i reati sono falso, omissione e disastro ambientale

Ambiente, inquinamento nel parco Cassarà: PM chiede tre condanne

di
20 Febbraio 2018

Il pm Fabiola Furnari ha chiesto la condanna a quattro anni per Vincenzo Polizzi, responsabile della realizzazione del parco Cassarà, e a due anni e mezzo per Filippo e Francesco Chiazzese, due imprenditori. I tre – che hanno scelto il rito abbreviato – finirono nell’inchiesta sullo scandalo della discarica scoperta tre anni fa all’interno del parco Cassarà, assieme ad altri sette fra imprenditori, dipendenti e dirigenti comunali a cui sono contestati a vario titolo i reati di falso, omissione e disastro ambientale. Questi ultimi hanno scelto il rito ordinario e sono a giudizio, e il processo si sta svolgendo davanti alla terza sezione del Tribunale di Palermo.

A giudizio ci sono Luigi Trovato e Francesco Savarino (direttori dei lavori), Emanuele Caschetto (legale rappresentante del consorzio che ha realizzato i lavori), l’imprenditore Gianfranco Caccamo, Giorgio Parrino, Michelangelo Morreale ed Eugenio Agnello (della commissione di collaudo).

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro