Ambiente: scoperti tre nidi di tartaruga caretta caretta nel Ragusano :ilSicilia.it
Ragusa

IL RITROVAMENTO IN TERRITORIO IBLEO

Ambiente: scoperti tre nidi di tartaruga caretta caretta nel Ragusano

di
29 Maggio 2020

Sono stati scoperti tre nidi di tartaruga caretta caretta nel Ragusano. Ancora una volta, ad essere stata prescelta, è la spiaggia di Randello. Il ritrovamento del terzo sito è avvenuto stamani, ad opera dei volontari del WWF, su segnalazione di un operatore della Forestale, Vito Pavone.

IL RITROVAMENTO

Gli ambientalisti sono giunti subito sul posto per verificare la situazione. E’ stato fatto il monitoraggio delle spiagge ma sono state trovate solo tracce di un probabile tentativo, senza nidificazione.

Oggi, di buon ora, è stato ripetuto il monitoraggio e, sull’ultima spiaggia in agenda, è avvenuta la bella sorpresa. Sono state infatti rinvenute le tracce di tartaruga ma questa volta c’era anche la caratteristica area di scavo.

Probabilmente, fanno sapere dal WWF, si tratta di esemplari che sono tornati nelle spiagge dove sono nati 20 o 30 anni fa per ripetere il rito della riproduzione.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.