Ambulanti selvaggi a Messina, confronto tra il sindaco De Luca e i commercianti :ilSicilia.it
Messina

operatori pronti a mettersi in regola

Ambulanti selvaggi a Messina, confronto tra il sindaco De Luca e i commercianti

17 Ottobre 2019

Faccia a faccia a Palazzo Zanca sulla spinosa questione dell’ambulantato a Messina. Nella sede del palazzo comunale si sono trovati il sindaco Cateno De Luca e diversi operatori economici che intendono regolarizzare la propria posizione in riferimento alla problematica posta dall’Amministrazione del commercio non autorizzato che veniva effettuato senza le regolari autorizzazioni in alcune zone della Città dello Stretto.

Sulla questione si va verso una possibile svolta, con il sindaco Cateno De Luca che ha voluto incontrare gli operatori al centro della vicenda. Toni più distesi in una vicenda che ha fatto registrare in questi mesi vari blitz da parte del primo cittadino e dell’Amministrazione, attraverso la Polizia locale, per fermare le attività di vendita non autorizzate.

“Con le buone maniere si ottiene tutto – ha detto De Luca – Ho ricevuto senza appuntamento una cinquantina di commercianti ambulanti che stanno regolarizzando la loro posizione. Sono soddisfatto perché tutti hanno accolto il nostro messaggio di legalità per chiudere con decenni di ambulantato selvaggio ed abusivo. Comprendo che la burocrazia ha i suoi tempi ma sono certo che lavorare in tranquillità pagando le tasse è ormai un obiettivo condiviso, che dobbiamo perseguire a tutti i costi. Ringrazio gli operatori per la loro comprensione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.