Amianto e degrado all'ippodromo di Palermo: "Serve subito una maxi bonifica" | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

L'ALLARME DI SABRINA FIGUCCIA

Amianto e degrado all’ippodromo di Palermo: “Serve subito una maxi bonifica” | FOTO

di
6 Luglio 2018

amianto all'ippodromo di PalermoPALERMO“Un’immensa discarica a cielo aperto, con montagne di amianto e rifiuti di ogni genere: questa è l’attuale desolante situazione dell’ippodromo di Palermo, chiuso nei mesi scorsi su ordine della Procura della Repubblica e tornato nella disponibilità del Comune, che però finora non ha mosso un dito per cercare di mantenere puliti i locali, le stalle e l’intera struttura”.

Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale di Palermo, che prosegue: “Queste ultime settimane di abbandono totale stanno trasformando quello che era un piccolo gioiellino nell’ennesima cattedrale nel deserto, dove regnano soltanto degrado e sporcizia.

È assolutamente indispensabile che venga disposta al più presto la bonifica di tutto l’ippodromo, soprattutto per rimuovere le tonnellate di amianto che rischiano di disperdersi nei dintorni, a cominciare dal limitrofo parco della Favorita”.

udcIn attesa che in futuro la situazione torni nella legalità e che finalmente si possa riprendere l’attività, l’ippodromo non merita di finire come altre strutture simili, come, ad esempio, il palasport di viale dell’Olimpo, abbandonato a sé stesso da ormai troppo tempo”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin