Amici della Musica, grandi nomi per la 90^ stagione concertistica CLICCA PER IL VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

inaugurazione il 17 ottobre

Amici della Musica, grandi nomi per la 90^ stagione concertistica CLICCA PER IL VIDEO

di
15 Settembre 2022

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Tutti a teatro. Torna al Politeama Garibaldi di Palermo l’Associazione siciliana Amici della Musica.

Le nuove leve del concertismo internazionale, ma anche il ritorno di grandi artisti. Modernità e tradizione, commistione di stili per generazioni a confronto. Sono le due anime della stagione 2022/2023 che vedrà venti concerti suddivisi in due turni.

“Gli Amici della Musica – racconta la presidente Milena Mangalaviti –  raggiungono un obiettivo importante: 90 Stagioni concertistiche che attraversano un secolo ricco di belle emozioni ma anche di momenti difficili ai quali abbiamo saputo reagire. Abbiamo saputo porre in atto cambiamenti, adattamenti, forse anche rivoluzioni e oggi possiamo presentare, con orgoglio, un cartellone di grande prestigio e respiro, pensato per tutte le tipologie di pubblico e che resta comunque nel solco della tradizione secolare degli Amici della Musica. A questo risultato si è arrivati dopo anni di grandi sacrifici, di grande coraggio e di un’importante coesione di tutto lo staff che voglio così ringraziare pubblicamente. Non è mancato il supporto delle istituzioni, dal Comune di Palermo, in primo luogo, alla Regione Siciliana sino al Ministero della Cultura: tutti hanno sempre riconosciuto il valore  della nostra Associazione, sia sotto il profilo musicale che sociale”.

Inaugurazione in grande stile il 17 ottobre alle 20,45 con The King’s Singers, l’ensemble vocale inglese vincitore di due Grammy Awards. Attivi da oltre 50 anni, con diversi artisti che si sono succeduti nella composizione delle sei voci maschili, prendono il nome dai cantanti del coro del King’s College di Cambridge. Prima volta per loro in Sicilia, con quest’unica data palermitana, porteranno il programma Songbirds, con brani a cappella che spaziano dai madrigali cinquecenteschi fino ai Beatles e ai Queen.

Al violinista ventenne Giuseppe Gibboni, Premio Paganini 2021, primo italiano a vincere dopo 24 anni, invece, l’onore di inaugurare il cartellone pomeridiano il 24 ottobre alle 17,15, accompagnato dall’Orchestra Ferruccio Busoni diretta da Massimo Belli.

Tra i concerti più attesi, quello del pianista Danilo Rea che, insieme a Massimo Moriconi al contrabbasso e Alfredo Golino alla batteria, ripercorrerà gli ultimi trent’anni di cantautorato italiano. Ma anche l’artista simbolo della musica brasiliana, Toquinho, che torna a Palermo per festeggiare i suoi 50 anni di carriera insieme alla voce di Camilla Faustino, alla chitarra di Itaiguara Mariano Brandão e alla batteria di Mauricio Zottarelli. E, poi, curiosità per l’inedito duo composto dal violoncellista Giovanni Sollima con la pianista Carlotta Maestrini: in un vero confronto fra musicisti e repertori, per loro un programma cross-over che accosta musiche dello stesso Sollima, del padre Eliodoro, di Beethoven con i brani dei Deftones e dei System Of a Down.

“Abbiamo anche il soprano palermitano Desirée Rancatore, che sarà accompagnata dal Duo Balarm, composto da Alessandro Cirrito al clarinetto e Giulio Potenza al pianoforte. La cantante lirica si esibirà in una veste diversa – sottolinea la direttrice artistica, Donatella Sollima -. In questo contesto assumerà una veste di cantante da camera, con un repertorio che spazia da Debussy a Francesco Paolo Tosti e Francis Poulenc. L’associazione da sempre promuove i giovani talenti – spiega -, ma in particolare questa stagione 2022/2023 abbina due generazioni che hanno voglia di farsi ascoltare e di comunicare al pubblico le emozioni comuni suscitate da generi musicali completamente diversi”.

La stagione 2022/2023 sarà anche l’occasione per iniziare a fare le prove per l’edizione del centenario dalla fondazione degli Amici della Musica: “Un secolo che racconta e descrive l’attività musicale nella città di Palermo e nella Sicilia tutta – dice la presidente -. Da quest’anno inizia un percorso impegnativo, ma anche molto stimolante, che porterà, grazie anche al supporto delle Istituzioni a celebrare l’anniversario del 2025, per il quale abbiamo già in cantiere diversi progetti artistici, editoriali e di coinvolgimento diretto del nostro pubblico. L’auspicio è quello di regalare al territorio un anniversario, un centenario, che ha raccolto moltissime emozioni e le restituisca  al pubblico che ci ha accompagnati, perché ricordiamolo, senza di loro la nostra attività sarebbe senza futuro”.

Tutte le informazioni su calendario e acquisto di biglietti e abbonamenti sul sito web dell’Associazione siciliana Amici della Musica.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Cosa porterei con me nel futuro? Di certo una penna,

In un epoca condizionata dall'uso della videoscrittura o dei messaggi sui social io mi tengo stretto la mia penna a sfera e per questo certo che quando i computer andranno in crac la penna continuerà a scrivere fin quando avrà inchiostro.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv