Amministrative 2022, FDI è pronta. Meloni: "A Palermo proponiamo Carolina Varchi" | CLICCA PER VIDEO E FOTO :ilSicilia.it
Palermo

la presidente di Fratelli d'Italia al teatro Golden

Amministrative 2022, FDI è pronta. Meloni: “A Palermo proponiamo Carolina Varchi” | CLICCA PER VIDEO E FOTO

di
19 Novembre 2021

GUARDA IL VIDEO IL ALTO E LA GALLERY IN BASSO

Carolina Varchi per noi è un’ottima scelta. È una donna che ha fatto politica per tutta la vita, è una professionista stimata, una donna competente, determinata. È sicuramente un nome che potrebbe rompere con gli schemi del passato, in una Palermo che ha qualche difficoltà a rinnovare soprattutto sul piano dell’amministrazione Orlando. È sicuramente una proposta che mettiamo in campo. Se ci fosse sul suo nome la compattezza della coalizione noi saremo molto contenti e per questo lavoreremo. Se non ci fosse, noi alle primarie siamo sempre disponibili”.

Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ai cronisti presenti al Teatro Golden, riferendosi alla candidatura del centrodestra a sindaco di Palermo, dove si voterà la primavera prossima.

“Il degrado a Palermo ti insegue anche quando sei morto fino al cimitero. Questa città merita di più. Noi abbiamo proposto Carolina Varchi come candidata sindaco, so che ci sono altri nomi in campo e questo dimostra che c’è fibrillazione positiva e che il centrodestra c’è “, ha poi aggiunto il presidente di FDI.

A inizio 2022 si voterà per eleggere il nuovo Capo dello Stato. Nelle ultime settimane sono iniziate le manovre politiche per lanciare candidature e ipotesi. Ma chi traghetterà al Quirinale?

“Neanche con una sfera di cristallo, con questo Parlamento, si può immaginare chi farà il presidente della Repubblica. Cerco un presidente della Repubblica che difenda la sovranità dell’Italia e faccia rispettare le regole. Io non l’ho l’età, fra sette anni posso”. Così ha risposto Giorgia Meloni durante la presentazione del suo libro, sull’assenza di donne nel toto-elezioni a presidente della Repubblica.

“Draghi è un punto interrogativo per me, ha fatto alcune operazioni che ho condiviso e altre che non ho minimamente condiviso. Mi pare si sia mosso bene sulla vicenda Borsa italiana perché pare stia correggendo il tiro rispetto a chi l’aveva ceduta ai francesi, sulla rete unica di telecomunicazione. Però leggo che Mattarella – aggiunge Meloni – starebbe volando a Parigi per siglare un accordo di collaborazione Italia-Francia su diverse materie, mi chiedo perché il Parlamento non sappia niente di questo accordo”.

Presente all’evento il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, insieme ai deputati regionali dell’Ars di Diventerà Bellissima, Alessandro Aricò e Giusi Savarino.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.