Amministrative, il 12 maggio ballottaggi in cinque Comuni siciliani. Tutte le sfide :ilSicilia.it

Caltanissetta unico capoluogo alle urne

Amministrative, il 12 maggio ballottaggi in cinque Comuni siciliani. Tutte le sfide

di
9 Maggio 2019

Tra alleanze anomale e voglia di rivincita domenica 12 maggio si torna alle urne, dalle 7 alle 23, per i ballottaggi in cinque dei sette Comuni siciliani, con popolazione superiore ai 15 mila abitanti, chiamati al voto lo scorso 28 aprile.

Unico capoluogo alle urne è Caltanissetta, dove gli elettori saranno chiamati a scegliere fra i candidati alla carica di sindaco Michele Giarratana del centrodestra, che era arrivato al 37,39% al primo turno, e Roberto Gambino, del Movimento 5 stelle, che aveva raggiunto la percentuale del 19,92.

A Gela, va in scena la sfida tra l’alleanza che vede Forza Italia e Pd sostenere Cristoforo Greco, che parte dal 36,28% del primo turno, e la compagine Lega, Udc, FdI e una lista civica che appoggia Giuseppe Spata, che aveva raggiunto il 30,57%.

In provincia di Trapani occorrerà procedere al ballottaggio nel Comune di Castelvetrano – che sceglie in sindaco dopo lo scioglimento per mafia – fra il candidato di due liste civiche, Calogero Martire, che aveva avuto al primo turno il 30,30% delle preferenze, ed Enzo Alfano del M5s, che aveva avuto il 28,49%.

A Mazara del Vallo se la vedranno Salvatore Quinci (31,51%), alla testa di liste civiche riferibili al centrosinistra, e Giorgio Randazzo (24,25%), in corsa per la Lega e liste civiche.

Infine, in provincia di Palermo, a Monreale, si sfideranno al secondo turno i candidati, entrambi di liste civiche, Alberto Arcidiacono (23,94%) e Pietro Capizzi (21,20%).

Lo scrutinio avrà inizio nella stessa giornata di domenica, subito dopo il completamento delle operazioni di voto. L’affluenza al primo turno si è attestata al 58,42%.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.