Amministrative in Sicilia, Catania: "DiventeràBellissima cresce ovunque e il centrodestra unito vince" :ilSicilia.it

Amministrative in Sicilia, Catania: “DiventeràBellissima cresce ovunque e il centrodestra unito vince”

di
6 Ottobre 2020

«Queste elezioni amministrative in Sicilia consolidano il centrodestra con un risultato vincente ovunque si è andati uniti, da Ribera a Barcellona, da Milazzo a Marsala». Lo afferma il Presidente dell’assemblea di DiventeràBellissima, Giuseppe Catania.

«Abbiamo eletto tantissimi consiglieri comunali di #DiventeràBellissima, quasi sempre i più votati in paese, abbiamo eletto molti sindaci del nostro movimento come a Casteltermini, nonostante lo sforzo in campagna elettorale di Di Maio e Cancelleri. Il vero dato politico è che i Cinquestelle sono spariti e il centrodestra si consolida. Peccato ad Agrigento non sia stato raccolto il nostro invito ad andare insieme, dove tra Miccichè, Zambuto e la Catalano avremmo sbaragliato un avversario comunque uscito acciaccato, Firetto, appoggiato dal Pd, ma speriamo di riunirci al ballottaggio. Abbiamo sindaci di #DiventeràBellissima eletti a Milazzo, Villabate, San Mauro Castelverde, Casteltermini ed Aliminusa, insomma il nostro movimento cresce, e tanto, dimostrando che il buon governo di Musumeci dà ottimi risultati».

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin