Amministrative Palermo, Lagalla: "Orlando lascia Comune senza bilanci, città povera e arretrata" :ilSicilia.it
Palermo

LA DICHIARAZIONE

Amministrative Palermo, Lagalla: “Orlando lascia Comune senza bilanci, città povera e arretrata”

di
28 Maggio 2022

Sappiamo qual è la pesante eredità materiale che ci accompagnerà nelle prossime settimane. Dovremo farci carico di incompiuti atti amministrativi obbligatori dell’amministrazione precedente. L’amministrazione Orlando non ha approvato né il bilancio di previsione 2021, né quello del 2022. Uno sconquasso amministrativo che ci impone di andare a Roma con la schiena dritta per negoziare con il Governo nazionale un piano di riequilibrio utile e ben fatto, non come quello proposto in questo momento che vale solo 181 milioni“. A dirlo è stato il candidato sindaco di Palermo del centrodestra, Roberto Lagalla, durante il suo intervento a una convention elettorale di Forza Italia in vista delle amministrative del 12 giugno.

Faremo valere le ragioni di Palermo presso il governo nazionale – ha aggiunto –. Le ragioni di una Palermo che deve e vuole cambiare, che da troppo tempo si sente abbandonata da un’amministrazione comunale che avrebbe dovuto essere istituzione di prossimità, amica e vicina al cittadino, e non nemica del cittadino, come abbiamo sperimentato qui in più occasioni“. Poi l’elenco delle emergenze.

Nessun rispetto per la dignità della morte, e ancora strade pericolose e incompiute, fondi restituiti allo Stato per l’incapacità di progettazione e le periferie lasciate nel degrado. Palermo – ha concluso – non è riuscita a superare l’ultima e la più critica delle sue invasioni: quella basata sulla mistificazione dell’orlandismo, che l’ha resa una città povera e arretrata“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.