Anche a Palermo le "sardine" anti-Salvini ma sui social arrivano i "gattini": "Ce le mangiamo" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

l'iniziativa

Anche a Palermo le “sardine” anti-Salvini ma sui social arrivano i “gattini”: “Ce le mangiamo”

20 Novembre 2019

Si definiscono apartitiche e antifasciste le sardine che sono sbarcate anche a Palermo e che venerdì pomeriggio daranno prova della loro esistenza in vita con un sit-in davanti al teatro Massimo.

Per organizzarsi hanno creato un gruppo Facebook nel quale – c’è scritto – non è ammesso un linguaggio volgare e irrispettoso nei confronti delle opinioni altrui.
“Il movimento – dicono – nasce come risposta, come reazione ad un crescente costume politico fondato sull’odio del diverso e sulla prevaricazione”. Ma il bersaglio numero uno è Matteo Salvini e la Lega, tanto che l’evento palermitano è intitolato “6000 Sarde salate – Palermo non si lega”.

“Quante volte avresti voluto metterci la faccia e poi ci hai ripensato?” – si legge sulla loro pagina Facebook – Quante volte ti è salito il mal di pancia leggendo i commenti sotto i post della Lega? Quante volte ti sei detto “non può essere vero”? Bene, è venuto il momento di cambiare l’inerzia della retorica populista, di dimostrare che i numeri contano più della prepotenza, che la testa viene prima della pancia e che le persone vengono prima degli account social”.

“Avremo macchine fotografiche – aggiungono – videocamere, cervelli. Testimonieremo tutto. Nessuna bandiera, nessun partito, nessun insulto. Crea la tua sardina e partecipa alla prima rivoluzione ittica della storia. Se non hai tempo per crearti la sardina vieni lo stesso, ne forniremo un migliaio per non lasciare nessuno fuori dal “banco”.

Si vedrà se dagli insulti saranno risparmiati anche Matteo Salvini e la Lega. Ma intanto, sui social è tutto un fiorire di iniziative di segno opposto, a cominciare dagli stessi leghisti, che hanno dato vita allo slogan “Gattini per Salvini”, il cui simbolo è un micetto con in bocca una sardina, pronto a divorarla.

E da oggi, sempre a Palermo è nato un gruppo che sfotte le sardine antileghiste, ribattezzato “24.000 gattini Palermo“.

Il gruppo, fondato dal social influencer Tony Siino, nasce con l’intento di rispondere scherzosamente agli inviti facebook provenienti in queste ore dalle “Sardine”.

“Le sardine n’i manciamu, c’a pasta, a beccaficu, ammuttunati, alle elezioni” si legge nella pagina del nuovo gruppo.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.