Anche a Palermo le "sardine" anti-Salvini ma sui social arrivano i "gattini": "Ce le mangiamo" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

l'iniziativa

Anche a Palermo le “sardine” anti-Salvini ma sui social arrivano i “gattini”: “Ce le mangiamo”

di
20 Novembre 2019

Si definiscono apartitiche e antifasciste le sardine che sono sbarcate anche a Palermo e che venerdì pomeriggio daranno prova della loro esistenza in vita con un sit-in davanti al teatro Massimo.

Per organizzarsi hanno creato un gruppo Facebook nel quale – c’è scritto – non è ammesso un linguaggio volgare e irrispettoso nei confronti delle opinioni altrui.
“Il movimento – dicono – nasce come risposta, come reazione ad un crescente costume politico fondato sull’odio del diverso e sulla prevaricazione”. Ma il bersaglio numero uno è Matteo Salvini e la Lega, tanto che l’evento palermitano è intitolato “6000 Sarde salate – Palermo non si lega”.

“Quante volte avresti voluto metterci la faccia e poi ci hai ripensato?” – si legge sulla loro pagina Facebook – Quante volte ti è salito il mal di pancia leggendo i commenti sotto i post della Lega? Quante volte ti sei detto “non può essere vero”? Bene, è venuto il momento di cambiare l’inerzia della retorica populista, di dimostrare che i numeri contano più della prepotenza, che la testa viene prima della pancia e che le persone vengono prima degli account social”.

“Avremo macchine fotografiche – aggiungono – videocamere, cervelli. Testimonieremo tutto. Nessuna bandiera, nessun partito, nessun insulto. Crea la tua sardina e partecipa alla prima rivoluzione ittica della storia. Se non hai tempo per crearti la sardina vieni lo stesso, ne forniremo un migliaio per non lasciare nessuno fuori dal “banco”.

Si vedrà se dagli insulti saranno risparmiati anche Matteo Salvini e la Lega. Ma intanto, sui social è tutto un fiorire di iniziative di segno opposto, a cominciare dagli stessi leghisti, che hanno dato vita allo slogan “Gattini per Salvini”, il cui simbolo è un micetto con in bocca una sardina, pronto a divorarla.

E da oggi, sempre a Palermo è nato un gruppo che sfotte le sardine antileghiste, ribattezzato “24.000 gattini Palermo“.

Il gruppo, fondato dal social influencer Tony Siino, nasce con l’intento di rispondere scherzosamente agli inviti facebook provenienti in queste ore dalle “Sardine”.

“Le sardine n’i manciamu, c’a pasta, a beccaficu, ammuttunati, alle elezioni” si legge nella pagina del nuovo gruppo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.