Anci Sicilia: "Autonomia differenziata in un paese a due velocità" | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

A PALERMO L'ASSEMBLEA DEI SINDACI SICILIANI

Anci Sicilia: “Autonomia differenziata in un paese a due velocità”

di
8 Ottobre 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Vertice sulle problematiche economico finanziarie dei comuni siciliani, oggi, all’ANCI Sicilia. Turn-over, pre-pensionamenti, numerosi casi di dissesto, questi alcuni dei punti affrontati nella riunione cui hanno preso parte, fra gli altri, anche il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e il governatore Nello Musumeci.

E proprio dai vertici dell’Anci un appello ai governi regionale e nazionale, per “un tavolo immediato per i problemi dei Comuni siciliani”, ha detto Leoluca Orlando, sindaco di Palermo.

Il Sindaco di Piana degli Albanesi, Rosario Petta, ha spiegato “Il comune di Piana, insieme ad altri 29, è stato oggetto di una sanzione per il mancato rispetto del pareggio di bilancio anno 2016; la sanzione commisurata al comune di Piana il 17 luglio 2017 ad un mese dall’insediamento della nuova Amministrazione è stata di 361.000 euro. Due successive sentenze della Corte Costituzionale 247/2017 e 101/2018 hanno dichiarato l’incostituzionalità delle misure prese contro i comuni. Quasi tutti i 30 comuni interessati con capofila il comune di Piana degli Albanesi, hanno inoltrato istanza al Ministero, per il recupero delle somme ingiustamente tagliate agli enti”.

Oggi l’ANCI Sicilia ha recepito la richiesta dei comuni e si farà carico nei confronti del Governo Nazionale, al fine di giungere ad un positivo accoglimento delle legittime rivendicazioni dei comuni interessati.

“Per il nostro comune – ha concluso Petta – recuperare 361.000 euro sarebbe una boccata d’ossigeno essenziale alla sopravvivenza dell’ente”.

“È chiaro che serve anche l’aiuto del Governo nazionale, che non può restare a guardare. Una volta ripristinate le Province, occorre eliminare il divario col Nord”, ha chiosato Musumeci.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.