Anci Sicilia: "Autonomia differenziata in un paese a due velocità" | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

A PALERMO L'ASSEMBLEA DEI SINDACI SICILIANI

Anci Sicilia: “Autonomia differenziata in un paese a due velocità”

di
8 Ottobre 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Vertice sulle problematiche economico finanziarie dei comuni siciliani, oggi, all’ANCI Sicilia. Turn-over, pre-pensionamenti, numerosi casi di dissesto, questi alcuni dei punti affrontati nella riunione cui hanno preso parte, fra gli altri, anche il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e il governatore Nello Musumeci.

E proprio dai vertici dell’Anci un appello ai governi regionale e nazionale, per “un tavolo immediato per i problemi dei Comuni siciliani”, ha detto Leoluca Orlando, sindaco di Palermo.

Il Sindaco di Piana degli Albanesi, Rosario Petta, ha spiegato “Il comune di Piana, insieme ad altri 29, è stato oggetto di una sanzione per il mancato rispetto del pareggio di bilancio anno 2016; la sanzione commisurata al comune di Piana il 17 luglio 2017 ad un mese dall’insediamento della nuova Amministrazione è stata di 361.000 euro. Due successive sentenze della Corte Costituzionale 247/2017 e 101/2018 hanno dichiarato l’incostituzionalità delle misure prese contro i comuni. Quasi tutti i 30 comuni interessati con capofila il comune di Piana degli Albanesi, hanno inoltrato istanza al Ministero, per il recupero delle somme ingiustamente tagliate agli enti”.

Oggi l’ANCI Sicilia ha recepito la richiesta dei comuni e si farà carico nei confronti del Governo Nazionale, al fine di giungere ad un positivo accoglimento delle legittime rivendicazioni dei comuni interessati.

“Per il nostro comune – ha concluso Petta – recuperare 361.000 euro sarebbe una boccata d’ossigeno essenziale alla sopravvivenza dell’ente”.

“È chiaro che serve anche l’aiuto del Governo nazionale, che non può restare a guardare. Una volta ripristinate le Province, occorre eliminare il divario col Nord”, ha chiosato Musumeci.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.