Anello ferroviario Palermo: dopo due anni riapre il cantiere della stazione Libertà :ilSicilia.it
Palermo

fermata Libertà tra Notarbartolo e Imperatore Federico

Anello ferroviario Palermo: dopo due anni riapre il cantiere della stazione Libertà

di
3 Febbraio 2020

Alle 7,30 di stamani, tre febbraio 2020, un escavatore è apparso magicamente in via Sicilia per riprendere i lavori dell’ anello ferroviario per la realizzazione della stazione Libertà.

Il cantiere, fermo da circa due anni, ha sempre recato disagio al quartiere con la chiusura della strada e la riduzione dei marciapiedi. Lo stop era avvenuto a causa dell fallimento dell’azienda Tecnis e dei ritardi della procedura di vendita causanti dal fermo dal ministero dello Sviluppo economico con la riapertura dei termini per le offerte, scaduti lo scorso 29 aprile.

I residenti e i commercianti, che da anni attendono la fine di un cantiere deserto, giorno dopo giorno, quindi sperano in un miracolo, dopo anni di disagi senza alcun beneficio.

Intanto il primo danno è stato fatto. Infatti, nell’entrare l’escavatore ha colpito un palo ed ha tirato un cavo della luce, rendendo così pericolo l’attraversamento dei pedoni e degli automobilisti che hanno la macchina parcheggiata in quella via.

circolazione dei treni da dicembre prevede la realizzazione delle fermate Porto, Politeama e Malaspina e l’aggiunta della fermata Libertà tra le stazioni di Palermo Notarbartolo e Imperatore Federico. Quando sarà completato, dunque, l’anello ferroviario comprenderà otto fermate.

Nell’ottobre del 2020 era previsto lo stop ai lavori per strada e il via a quelli sotterranei per i successivi 18 mesi mentre, per quanto riguardava l’apertura, era stata pianificata la circolazione dei treni da dicembre 2022 ma, con i continui ritardi, ancora non è stata socializzata la nuova ipotetica time line.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin