Anello Fs, arrivano le ruspe a piazza Castelnuovo [FOTOGALLERY] :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

I lavori della Tecnis

Anello Fs, arrivano le ruspe a piazza Castelnuovo [FOTOGALLERY]

di
6 Marzo 2018
[Foto M.G.]
[Foto D.G.]
[Foto D.G.]
[Foto D.G.]
[Foto D.G.]
[Foto M.G.]
[Foto D.G.]
[Foto D.G.]

Entrano a pieno ritmo i lavori della Tecnis a Piazza Castelnuovo a Palermo. Le maestranze della ditta che si occupa dell’appalto “Chiusura dell’Anello Ferroviario – 1° Stralcio Giachery-Politeama” oggi sono all’opera nella centralissima piazza della città, a pochi metri dal Politeama. Ruspe in azione già da stamani: distrutti i marciapiedi ad angolo con via Paolo Paternostro.

Scorri in alto la foto-gallery

Pochi giorni fa la protesta di professionisti, architetti e docenti Unipa che stanno cercando di “salvare” la piazza più famosa della città dallo “sventramento” e “rappezzamento“, con un progetto da loro definito “brutto e senza alcun gusto estetico per le fermate della futura metropolitana”.

Intanto, prosegue la class action contro Tecnis e Comune da parte dei commercianti di via Emerico Amari, da 3 anni in ostaggio di un cantiere infinito, con la promessa (ancora disattesa) di sgravi fiscali. L’associazione Amari Cantieri, guidata da Francesco Raffa, da tempo chiede i danni e lo stop alle continue proroghe alle ordinanza comunali.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin