Anello Fs Palermo: architetti chiedono stop a nuovi cantieri :ilSicilia.it
Palermo

hanno scritto al sindaco e all'assessore all'Urbanistica

Anello Fs Palermo: architetti chiedono stop a nuovi cantieri

9 Marzo 2018

A causa dei notevoli disagi causati dai diversi cantieri per l’anello ferroviario 25 tra architetti, ingegneri, docenti universitari hanno scritto al sindaco Leoluca Orlando e all’assessore all’Urbanistica Emilio Arcuri per chiedere che non vengano aperti altri cantieri.

L’amministrazione comunale di Palermo, nonostante non riesca a far avanzare i lavori da parte dell’impresa esecutrice, Tecnis, degli altri cantieri dell’Anello ferroviario già aperti in via Amari, in viale Lazio-via Sicilia, ecc., ha concesso l’apertura di un nuovo cantiere – la stazione Politeama – con tutte le conseguenze negative che ne deriveranno“.

I firmatari dell’appello chiedono la costituzione di un tavolo tecnico condiviso con la cittadinanza per la definizione di un osservatorio permanente dei progetti e dei lavori dell’Anello Ferroviario, opere cantierate, da cantierare e da progettare, la programmazione di un concorso internazionale per le stazioni dell’Anello e della piazza Castelnuovo.

Il progetto – aggiungono – oltre a risultare mortificante dal punto di vista architettonico, urbanistico e ambientale, prefigura grande pregiudizio alla configurazione di questa importantissima piazza, fatta di stratificazioni pregevoli dal punto di vista compositivo-progettuale, senza però proporre soluzioni alternative di qualità“.

I lavori, secondo i firmatari dell’appello, “fanno temere danni ai monumenti, il teatro Politeama, il chiosco Basile, la statua di Carlo Cottone, il Palchetto della musica di Valenti, e pregiudica le sue pregiate e insostituibili alberature (Ficus, palme Sabal)“.

La stazione sotterranea – si legge ancora – è situata in un punto del tutto casuale e il progetto prevede lo sventramento della piazza secondo un perimetro dettato dall’infrastruttura nel sottosuolo, con gravi conseguenze del suo futuro assetto“.

I firmatari considerano “inaccettabile l’attuale progetto della Tecnis per una stazione (Politeama) che si vuole realizzare nella piazza più rappresentativa e più frequentata della città. Ed è inaccettabile il modo in cui in generale si mettono le mani, fisicamente, su questa città“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.