Animali a rischio maltrattamenti: sì al sequestro da parte delle associazioni animaliste :ilSicilia.it

la legge

Animali a rischio maltrattamenti: sì al sequestro da parte delle associazioni animaliste

di
22 Aprile 2021

I volontari delle associazioni animaliste possono sequestrare gli animali domestici a rischio di maltrattamenti.  A stabilirlo è la legge che gli dà poteri di vigilanza, come quelli degli ufficiali e degli agenti di polizia giudiziaria, su  cani, gatti e pappagallini.

LA LEGGE

Come evidenziato dalla Cassazione con una sentenza appena depositata, nell’aprile di quest’anno, l’articolo 6,  comma 2 della legge n. 189/2009: “prevede che la vigilanza sul rispetto della presente legge e delle altre norme relative alla protezione degli animali è affidata anche, con riguardo agli animali di affezione, nei limiti dei compiti attribuiti dai rispettivi decreti prefettizi di nomina, ai sensi degli articoli 55 e 57 del codice di procedura penale, alle guardie particolari giurate delle associazioni protezionistiche e zoofile riconosciute.

Quindi , secondo la suddetta legge, oltre alle guardie dell’Ente protezione animali, anche quelle che collaborano con esso, hanno il diritto, nonché il dovere, di agire in difesa degli animali di affezione a rischio di maltrattamento. Anche se non sono agenti di polizia giudiziaria, poiché la normativa riconosce come “guardie giurate volontarie di un’associazione protezionistica nazionale riconosciuta“.

LE PENE PER CHI MALTRATTA O ABBANDONA GLI ANIMALI

Nel Codice penale l’articolo 544, prevede che «chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche è punito con la reclusione da 3 a 18 mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro». La stessa pena si applica a chi sottopone l’animale a trattamenti che procurano un danno alla loro salute.  Se da questi deriva la morte dell’animale, la pena si raddoppia.

Invece l’ articolo, il 727, sempre del Codice penale, prevede l’arresto fino a un anno o l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro per chi “abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività” che  sono “incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.
© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin