Anno della cultura Italia-Cina: molti i turisti in arrivo, ma dalla Sicilia nessun volo diretto :ilSicilia.it

Soltanto annunci finora

Anno della cultura Italia-Cina: molti i turisti in arrivo, ma dalla Sicilia nessun volo diretto

di
21 Gennaio 2020

Turisti cinesi in aumento in Italia, ma in Sicilia sono pochi. E per giunta, nessun volo diretto esiste fra i principali aeroporti dell’Isola e la Repubblica Popolare Cinese. Non ci sono collegamenti dall’aeroporto Falcone – Borsellino di Palermo e nemmeno dallo scalo catanese di Fontanarossa.

Eppure, nel febbraio del 2019 l’allora assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo aveva preannunciato che vi sarebbero stati voli diretti dalla Sicilia alla Cina, anche se il componente della giunta non si era sbilanciato sull’aeroporto. La notizia era tornata a circolare in occasione della visita del Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping un mese dopo. Da allora, però, nessun collegamento diretto è stato attivato dalla Sicilia con il Paese dell’Estremo Oriente. Nel frattempo, non pare che si sia mosso nulla e neanche i due scali aeroportuali in questo lasso di tempo avrebbero sottoscritto accordi con vettori in grado di effettuare voli diretti.

Insomma, sembrerebbe un’occasione persa proprio nell’Anno della Cultura Italia-Cina, inaugurato a Roma, oggi 21 gennaio. E i numeri del recente passato confermano che in Sicilia la presenza dei turisti cinesi non è fra le più forti, anzi: secondo alcuni dati pubblicati da Ant ed elaborati da Forwardkeys, infatti, mentre nel 2019 il turismo dalla Cina è cresciuto del 16 per cento, nel 2018 i pernottamenti di cittadini cinesi nell’Isola sarebbero crollati del 93,9 per cento.

In pratica, il dato complessivo della presenza turistica cinese in Italia è in aumento e anche i voli fra i due Paesi, come confermano anche i dati diffusi dall’Agenzia Nazionale per il Turismo, oggi presieduta proprio dall’ex assessore Pappalardo, secondo cui in occasione della celebrazione dell’Anno della Cultura Italia-Cina i collegamenti aerei aumenteranno ogni settimana da 56 a 108, fino a diventare 164 nel 2022. Nessuno di questi, però, partirà dalla Sicilia.

Insomma, la Via della Seta al momento sembra non essere presa in considerazione dagli aeroporti dell’Isola. Attualmente in Sicilia arriverebbero dalla Cina tra i 400 e i 500 turisti al giorno. Cifra che, è prevedibile, sarebbe di gran lunga più elevata in presenza di collegamenti diretti. Ma per avere la certezza empirica si dovrà ancora attendere.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin