Anno della cultura Italia-Cina: molti i turisti in arrivo, ma dalla Sicilia nessun volo diretto :ilSicilia.it

Soltanto annunci finora

Anno della cultura Italia-Cina: molti i turisti in arrivo, ma dalla Sicilia nessun volo diretto

di
21 Gennaio 2020

Turisti cinesi in aumento in Italia, ma in Sicilia sono pochi. E per giunta, nessun volo diretto esiste fra i principali aeroporti dell’Isola e la Repubblica Popolare Cinese. Non ci sono collegamenti dall’aeroporto Falcone – Borsellino di Palermo e nemmeno dallo scalo catanese di Fontanarossa.

Eppure, nel febbraio del 2019 l’allora assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo aveva preannunciato che vi sarebbero stati voli diretti dalla Sicilia alla Cina, anche se il componente della giunta non si era sbilanciato sull’aeroporto. La notizia era tornata a circolare in occasione della visita del Presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping un mese dopo. Da allora, però, nessun collegamento diretto è stato attivato dalla Sicilia con il Paese dell’Estremo Oriente. Nel frattempo, non pare che si sia mosso nulla e neanche i due scali aeroportuali in questo lasso di tempo avrebbero sottoscritto accordi con vettori in grado di effettuare voli diretti.

Insomma, sembrerebbe un’occasione persa proprio nell’Anno della Cultura Italia-Cina, inaugurato a Roma, oggi 21 gennaio. E i numeri del recente passato confermano che in Sicilia la presenza dei turisti cinesi non è fra le più forti, anzi: secondo alcuni dati pubblicati da Ant ed elaborati da Forwardkeys, infatti, mentre nel 2019 il turismo dalla Cina è cresciuto del 16 per cento, nel 2018 i pernottamenti di cittadini cinesi nell’Isola sarebbero crollati del 93,9 per cento.

In pratica, il dato complessivo della presenza turistica cinese in Italia è in aumento e anche i voli fra i due Paesi, come confermano anche i dati diffusi dall’Agenzia Nazionale per il Turismo, oggi presieduta proprio dall’ex assessore Pappalardo, secondo cui in occasione della celebrazione dell’Anno della Cultura Italia-Cina i collegamenti aerei aumenteranno ogni settimana da 56 a 108, fino a diventare 164 nel 2022. Nessuno di questi, però, partirà dalla Sicilia.

Insomma, la Via della Seta al momento sembra non essere presa in considerazione dagli aeroporti dell’Isola. Attualmente in Sicilia arriverebbero dalla Cina tra i 400 e i 500 turisti al giorno. Cifra che, è prevedibile, sarebbe di gran lunga più elevata in presenza di collegamenti diretti. Ma per avere la certezza empirica si dovrà ancora attendere.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin