Anomalia compie 4 anni, due giorni di festa al Centro di Borgovecchio | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Inoltre prevista la costruzione di ambulatorio medico gratuito autogestito ed aperto al quartiere di Borgo Vecchio

Anomalia compie 4 anni, due giorni di festa al Centro di Borgovecchio

di
15 Dicembre 2016
Il Centro Sociale Anomalia compie 4 anni, i festeggiamenti cominceranno domani e continueranno sabato e vedranno l’alternarsi di spettacoli, dibattiti, assemblee e musica.  “Sono passati 4 anni da quando siamo entrati per la prima volta nello spazio che oggi è il Centro Sociale Anomalia, uno spazio come tanti, troppi nella nostra città, dimenticati e lasciati all’abbandono. Da allora sono migliaia le persone che lo hanno attraversato, lasciando ognuna un piccolo o grande contributo al nostro progetto“.
La storia riguarda i giovani, ma anche un quartiere, quello di Borgo Vecchio che nel Centro si è sentito immediatamente integrato in uno spazio comune di socialità sviluppando il senso comunitario e di appartenenza ad un territorio.
Autorganizzazione e dare voce a chi è abituato a non averla: questi sono i fondamentali principi dell’Anomalia, costruita su uno spirito comunitario e di condivisione, distante da ogni speculazione utilitaristica e “anteponendo i bisogni collettivi“.
I ragazzi dell’Anomalia si sono cimentati in un progetto molto ambizioso; vale a dire la costruzione di un ambulatorio medico gratuito autogestito ed aperto al quartiere di Borgo Vecchio. Questo fungerà anche da laboratorio di partecipazione politica e comunitaria seguendo la logica secondo cui la sanità rappresenti un bene comune e debba essere fruibile per tutti gratuitamente.
Intendiamo muoverci non in concorrenza ma in parallelo con il sistema sanitario nazionale fornendo prestazioni specialistiche e di educazione sanitaria a tutte le persone che non possono accedere al sistema pubblico per ragioni economiche o altro. Crediamo che quello alla salute sia un diritto fondamentale e che, a partire dall’accesso diretto alle cure, l’ambulatorio potrà aiutarci a creare una nuova coscienza dei diritti da difendere contro chi li vuole invece smantellare. La strada è la nostra scuola, il centro sociale è il doposcuola”
Proprio con la festa del doposcuola del quartiere si aprirà domani alle 15,30 la due giorni di augurio che l’Anomalia si regala rendendo partecipe i cittadini e la realtà del Borgo in occasione del suo quarto anno di vita. Contro ogni prevaricazione e favore dell’integrazione.
Scuola e sport. Allestita presso il Centro sociale una palestra/sala attrezzi fruibile ai giovani e meno giovani abitanti del Borgo Vecchio; una palestra comune in uno spazio comune, alla portata di tutti. Bisogni e necessità senza barriere sociali, razziali o economiche.
VENERDì 16 DICEMBRE 
ore 15:30
FESTA DEL DOPOSCUOLA DI QUARTIERE
ore 15:30 spettacolo per bambini
“Il pescatore e la sirena” di e con Dario Frasca
ore16:30 tombolata dei bambini
con tanti premi in giocattoli e dolcini
ore 21:00
ARROSTUTA DI QUARTIERE
a seguire KARAOKE
 

SABATO 17 DICEMBRE
ore 16:00
ASSEMBLEA DELL’AMBULATORIO POPOLARE
ore 21:00
SERATA HIP HOP
RED MASTER BATTLE
 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.