Anteprime nazionali, workshop e incontri. Tutto pronto per il Sicilia Queer Filmfest 2017 [Video] :ilSicilia.it
Palermo

Il grande cinema internazionale a Palermo

Anteprime nazionali, workshop e incontri. Tutto pronto per il Sicilia Queer Filmfest 2017 [Video]

di
12 Maggio 2017

La settima edizione del “Sicilia Queer filmfest” promette di portare a Palermo il grande cinema internazionale.

Numerose le opere in programma, tra corti e lungometraggi, incontri con i rappresentanti del settore, e i workshop, che si svolgeranno, dal 24 maggio all’1 giugno, in luoghi diversi della città, distribuiti tra i Cantieri Culturali della Zisa e il cinema Rouge et Noire.

“Continua con attenzione e pervicacia – ha detto Alessandro Rais, dirigente dell’Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo Sicilia Film Commission della Regione Siciliana – la ricerca dei nuovi linguaggi cinematografici da parte del Sicilia Queer filmfest; una ricerca circostanziata e attenta che, ancora una volta, ha portato alla realizzazione di un programma di alto livello culturale”. Il festival sarà inaugurato, mercoledì 24 maggio alle ore 18.00, al Cinema De Seta con un aperitivo offerto dalle Tenute Orestiadi, a seguire una performance musicale a cura di Lelio Giannetto, e alle 20.30 l’apertura ufficiale presentata da Serena Ganci, cantante e musicista, e dall’attrice Ersilia Lombardo.

Perla della serata, come ci ha anticipato il direttore artistico del festival, Andrea Inzerillo, sarà la proiezione del trailer, “politicamente scorretto”, che il regista Franco Maresco ha realizzato in esclusiva, e che spiega il senso del termine“gender” secondo il fratelli La Vecchia. “Il trailer che vedrete – ha continuato Inzerillo – è solo un frammento dell’opera realizzata da Maresco; saranno infatti una ventina in totale i video realizzati, tutti diversi, che verrano proiettati fino a fine festival”.

A seguire ci sarà il film “Little Man”, del regista statunitense Ira Sachs, che racconta con leggerezza l’amicizia di due ragazzini nella brulicante Brooklyn dei nostri giorni. Tra le novità di quest’anno, oltre alle proiezioni mattutine delle nuove visioni al cinema Rouge et Noire (venerdì, sabato e domenica), rivolte principalmente ai turisti, c’è la riduzione del biglietto d’ingresso.

“Siamo sempre più convinti che un festival deve essere un’occasione per tutti – ha dichiarato il direttore artistico – in quest’ottica abbiamo pensato di aprirci il più possibile alla città, interagendo con altre manifestazioni che si svolgeranno negli stessi giorni e riducendo a tre euro l’ingresso alle proiezioni, in omaggio alla nomina di ‘Palermo capitale dei giovani 2017’. Il target del pubblico a cui vogliamo rivolgerci è certamente questo”.

Anteprime nazionali, workshop e incontri. Tutto pronto per il Sicilia Queer Filmfest 2017 [Video]

Diverse le sezioni che compongono il festival: “Presenze”, che consta della retrospettiva integrale, per la prima volta in Europa, del giovane e talentuoso regista Gabriel Abrante; “Carte postale à Serge Daney“, che recupera un capolavoro del cinema francese, “Le trou” (Il buco) di Jacques Becker, considerato da Jean-Pierre Melville il miglior film francese di tutti i tempi, che narra l’incredibile piano di fuga di alcuni detenuti; “Eterotopie”, dedicata alla Grecia, con un contributo del filosofo Georges Didi-Huberman, per la prima volta in traduzione italiana.

Il “Premio Nino Gennaro”, realizzato dall’artista Vincenzo Vizzari, sarà assegnato al regista Lionel Soukaz, pioniere dell’attivismo gay in Francia, del quale sarà proposto il mediometraggio “Tino”. Tema centrale, fra gli altri, sarà lo sguardo femminile su erotismo, sessualità e rapporti interpersonali.

Ampio spazio sarà dato anche alla riflessione sui movimenti politici e di controcultura del ’77, omaggiando il regista Marco Ferreri, con due film nella sezione “Retrovie Italiane” curata da Umberto Cantone, “Storia di Piera” e “Il futuro è donna”, proposte all’interno di “Nebulosa ’77” con la collaborazione del programmer di ‘Fuori Orario (cose mai viste)’, Fulvio Baglivi, che curerà anche l’incontro a partire dall’interrogativo “Cosa rimane del 1977 a quarant’anni di distanza?”. Tra le rarità in programma, segnaliamo, “Isola” di Fabianny Deschamps, interamente girato a Lampedusa, proposto in anteprima nazionale alla presenza della regista e di parte del cast; “Antiporno” del regista di culto Sion Sono, un omaggio al filone del roman porno; “Queen Kong” di Monica Stambrini interpretato dalla pornostar Valentina Nappi, primo dei cortometraggi del progetto “Le ragazze del porno”, lanciato alcuni anni fa da Tiziana Lo Porto. La giuria internazionale, presieduta dal regista portoghese João Pedro Rodrigues, è composta da Silvia Calderoni, Jean-Sébastien Chauvin, Arnold Pasquier (regista), Susanne Sachsse. Suo il compito di scegliere il miglior cortometraggio della sezione “Queer Short“, curata da Tatiana Lo Iacono, e il miglior lungometraggio della sezione ‘Nuove Visioni’; i vincitori riceveranno un premio in denaro e un’opera realizzata dall’artista Daniele Franzella. Alla giuria internazionale si affiancheranno la Giuria del Coordinamento Palermo Pride e quella dell’Associazione 100 Autori, composta da Marco Amenta, Carlotta Mastrangelo e Enza Negroni.

Confermata anche quest’anno l’attenzione alle arti visive con due mostre: “Extrablatt”, a cura di Verein Düsseldorf-Palermo, presso la Haus der Kunst dei Cantieri Culturali alla Zisa (dal 18 maggio al 3 giugno); e lapersonale dedicata a Franko B, poliedrico artista e performer milanese che vive a Londra da diversi anni, curata da Antonio Leone e Paola Nicita, che proporrà una selezione di opere storiche, fra pitture, sculture, installazioni, foto e un documentario in anteprima assoluta. Il Sicilia Queer filmfest è realizzato grazie al contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Direzione Generale per il Cinema; della Regione Siciliana, Assessorato Turismo Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo/Sicilia FilmCommission, nell’ambito del progetto “Sensi Contemporanei”; del Comune di Palermo, Assessorato alla Cultura; di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

E con il sostegno dell’Institut français Palermo, del Goethe-Institut Palermo, dell’Instituto Cervantes Palermo e del Forum Austriaco di Cultura.

Sul sito tutto il programma completo del festival.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.