19 aprile 2018 - Ultimo aggiornamento alle 19.48
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

La sorpresa

Anticipo degli Oscar: un regista palermitano nominato ai Golden Globes, sfiderà Spielberg

11 dicembre 2017

PALERMO. Soddisfazione per l’Italia alle candidature ai Golden Globes, annunciati pochi minuti fa a Los Angeles. Tra le nomination – che notoriamente sono una sorta di “anticipo” degli Oscar – c’è anche il film “Call me by your name” (Chiamami col tuo nome”) del regista palermitano Luca Guadagnino. 

La pellicola ha ottenuto ben tre candidature: miglior film drammatico e migliore interprete protagonista, Timothée Chalamet, e migliore attore non protagonista Armie Hammer.

A quasi 20 anni da nomination e vittorie di La vita è Bella di Benigni, la sorpresa più gradita per l’Italia potrebbe essere il ritorno in gara nella shortlist per il miglior film (che prevede dai 5 ai 10 titoli) dell’opera di un regista italiano. Siciliano in questo caso. “Call me by your name” di Luca Guadagnino è un adattamento (fra i co-sceneggiatori c’è James Ivory) del romanzo di André Aciman, salutato da un trionfo di critica. Il film racconta la storia di amicizia, amore e passione che nasce in un’estate italiana fra il 17enne Elio (l’emergente Timothée Chalamet) e il 24enne Oliver (Armie Hammer).

L’avversario da battere potrebbe essere Dunkirk di Christopher Nolan, grandioso e realistico film di guerra girato in Imax e 65mm, che ha conquistato pubblico (finora ha incassato oltre 500 milioni di dollari) e critica. Ma soprattutto promette battaglia il Leone d’oro 2017 The Shape of Water (La forma dell’acqua), fantasy di Guillermo del Toro, sull’amore, nell’America della Guerra fredda, fra Elisa (Sally Hawkins, autorevolissima candidata come migliore attrice) e una misteriosa creatura acquatica.

Molti scommettono invece su Steven Spielberg con The Post, che racconta lo scontro tra il Washington Post e il governo Usa nel 1971 sulla pubblicazione dei Pentagon Papers, le carte segrete sulla guerra in Vietnam. Protagonista la coppia d’oro Meryl Streep-Tom Hanks, pronta a arricchire il bottino di nomination.

Ma torniamo alle 75^ nomination dei Golden Globes annunciate poco fa:

Anche Ella & John – The Leasure seeker di Paolo Virzì è valso una candidatura a Helen Mirren migliore attrice protagonista, mentre Jude Law è candidato tra fra i migliori attori protagonisti di una miniserie tv, per il suo ruolo in The Young Pope di Paolo Sorrentino.

Il film del palermitano Guadagnino (residente in Lombardia) uscirà in italia il prossimo 8 febbraio 2018.

Scarica la locandina QUI

Guarda il trailer in lingua inglese:

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Relazione terapica fra vincolo e opportunità

Nel rapporto con lo Psicologo si mettono in atto le modalità tipiche personali di rapportarsi agli altri, i meccanismi difensivi utilizzati, gli errori percettivi e come l’individuo si protegge da persone, idee o consapevolezze dolorose.