Anticipo d'estate: arriva il caldo africano, picchi oltre i 35 gradi :ilSicilia.it
Caltanissetta

Colpito soprattutto il Sud

Anticipo d’estate: arriva il caldo africano, picchi oltre i 35 gradi

6 Giugno 2019

È in arrivo nel weekend la prima ondata di caldo africano dell’estate meteorologica, iniziata il primo giugno. Colpirà principalmente il Sud, dove durerà tutta la prossima settimana, mentre al Centro il picco è atteso fino a metà della prossima settimana e al Nord il caldo sarà più moderato ma spesso afoso, in particolare al Nordest.

Anticipo d'estate: arriva il caldo africano, picchi oltre i 35 gradiLe previsioni sono dei meteorologi di 3bmeteo.com. “Su alcune zone interne di Puglia, Basilicata, Sardegna, Calabria e Sicilia tra sabato e domenica – spiegano gli esperti – si potranno toccare punte di 33-34 gradi, e non si esclude qualche picco superiore anche ai 35 gradi. Al caldo – aggiungono i meteorologi – si aggiungerà l’afa, che si farà sentire soprattutto nei grandi centri urbani tra il pomeriggio e la sera, nonché lungo le coste dove tuttavia le temperature si manterranno più basse, complici tese brezze marine che si innescheranno entro le ore centrali della giornata. Qui infatti le massime potranno non superare i 26-27 gradi”.

Tra le città più calde nei prossimi giorni ci sono Caltanissetta, Nuoro, Cosenza, Matera, Caserta, Benevento, Foggia, Sulmona, Roma, Frosinone, Perugia, Firenze, Bologna, Ferrara, Mantova, Rovigo, Trento, Bolzano.

Tra le aree più fresche invece quelle lungo i settori costieri, in particolare versante adriatico e riviera ligure, ma in generale anche il Piemonte e la Valle d’Aosta.

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.