Antonio Esposito: il giudice che condannò Berlusconi è lo stesso che dichiarò colpevole Cuffaro :ilSicilia.it

il retroscena

Antonio Esposito: il giudice che condannò Berlusconi è lo stesso che dichiarò colpevole Cuffaro

di
2 Luglio 2020

Dopo le recenti notizie emerse sulla sua condanna per frode fiscale Silvio Berlusconi torna a parlare della condanna per il processo Mediaset e del “plotone di esecuzione” evocato in un audio del defunto giudice Franco.

Fare chiarezza su fatti così – dice – va nell’interesse dei molti magistrati che sono persone serie e non meritano di essere accomunate con quel gruppo di loro colleghi che si sono prestati a operazioni politico-giudiziarie come quella ai miei danni“.

A Presiedere la Suprema Corte di quel processo a Berlusconi era Antonio Esposito.

Come era sempre lui a leggere il dispositivo della sentenza che confermava la condanna dell’ex presidente della Regione Totò Cuffaro a 7 anni di reclusione pronunciata dalla Corte d’Appello di Palermo che a sua volta aveva riqualificato l’accusa di favoreggiamento semplice con quella più grave di favoreggiamento aggravato alla mafia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 19:10