Aperture domenicali, Turano: "Sacrosanto il diritto al riposo, ma siamo in guerra" :ilSicilia.it

Intervista esclusiva all'assessore

Aperture domenicali, Turano: “Sacrosanto il diritto al riposo, ma siamo in guerra”

di
6 Giugno 2020

Roba da matti“. L’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano quasi stenta a credere alle rimostranze dei sindacati, che hanno proclamato lo stato di agitazione dopo il via libera della Regione a mantenere alzate le saracinesche durante l’ultimo giorno della settimana. Lui che è stato “quello che ha fatto chiudere i panettieri, unica categoria che stava aperta giorno e notte“, rivendica l’assessore.

Il componente della giunta Musumeci non ci sta a passare per chi obbliga agli straordinari i lavoratori: “Rivendico il diritto inviolabile dei lavoratori al riposo settimanale e festivo – afferma –, ma in tempo di pace… per ora, però, mi sento in tempo di guerra. Ogni impresa che fallisce è un imprenditore che si rovina e posti di lavoro che si perdono. Ogni giorno che si può lavorare è un’occasione in più per evitare il licenziamento dei dipendenti“.

Insomma, un’iniziativa il cui intento è far prendere una boccata d’ossigeno agli esercenti commerciali. alle prese con il post-lockdown e con le maglie strette della legge: “Mi pare illogico che la grande distribuzione possa aprire, perché è consentito dalla legge Bersani, e i negozi di vicinato debbano restare chiusi. Tutti chiedono di aprire”. Poi, per spiegare meglio la sua iniziativa, torna sulla questione dei panifiatori e sulla riapertura della categoria: “Se ho detto sì alla riapertura non è soltanto perché le persone possono andare a comprare il pane, ma anche perché così possono girare, andare per negozi e magari – conclude Turano – comprare un paio di scarpe“.

LEGGI ANCHE:

Aperture domenicali in Sicilia, i sindacati indicono lo stato di agitazione

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.