Apprendi: "La vergogna del Rosatellum" :ilSicilia.it

La legge elettorale non piace a nessuno

Apprendi: “La vergogna del Rosatellum”

6 Marzo 2018

«Il giorno dopo le elezioni si cerca di metterne  a fuoco il risultato, per provare a fare analisi onde evitare di ripercorrere strade sbagliate che hanno segnato gravi sconfitte. La prima sconfitta è la pessima legge elettorale il cosiddetto “Rosatellum che ci consegna un Paese lacerato, allo sbando, con la concreta incertezza sulla possibilità di fare  un governo coerente con lo stesso risultato elettorale». Così Pino Apprendi (LeU).

«Il Presidente Mattarella dovrà “provare” di tutto, ma la strada è in salita e le soluzioni lontane. La seconda sconfitta la subiscono gli elettori che pur avendo bocciato candidature eccellenti assistono al ripescaggio di molti di essi attraverso il sistema plurinominale, un sistema aberrante che consente alle segreterie dei partiti di “Favorire” gli amici degli amici. È  insopportabile tutto ciò. È contro ogni forma di democrazia , la volontà dell’elettore non conta». 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.