Appuntamenti succulenti: domenica la Sagra del cinghiale a Pollina :ilSicilia.it
Palermo

Domenica 8 aprile

Appuntamenti succulenti: domenica la Sagra del cinghiale a Pollina

di
6 Aprile 2018

La vostra Patti Holmes, buona forchetta, va di Sagra in Sagra alla scoperta delle tante bontà ed eccellenze della nostra Isola. Oggi la nostra meta è Pollina, comune della città metropolitana di Palermo, che fa parte del Parco delle Madonie. Secondo alcuni storici, pur non essendoci prove che avvalorino questa tesi, sarebbe la moderna erede di Apollonia, antica città della Magna Grecia.

 

Il suo sviluppo turistico cominciò negli anni ’70 quando, su progetto dell’architetto Foscari, fu costruito, sulle linee del teatro greco, un teatro all’aperto ricavato da una roccia dolomitica, dal particolare colore metà rosato e metà bianco, da cui il nome di “Pietrarosa”, che sarà uno dei palcoscenici della manifestazione. In tutto il mondo mediterraneo, solo a Pollina, si è conservata la conoscenza e la tecnica per produrre ancora la manna. Nei boschi del territorio pollinese, divenuti una sorta di “museo a cielo aperto”, la si ottiene intaccando con un particolare coltello il tronco del frassino in estate. Il liquido che sgorga dalle incisioni si condensa seccandosi all’aria estiva, si raccoglie e viene usato in composti medicinali, esattamente come duemila anni fa quando i medici greci e romani lo chiamavano “miele di rugiada” o “miele di frassino”. Gli arabi invece ritenevano possedesse proprietà spirituali e fosse benedetto perché citato dal Corano.

 

Domenica 8 aprile 2018, l’incantevole centro storico di Pollina, tra vicoli e piazze, si animerà con la Sagra del Cinghiale, una festa del gusto che vi mostrerà i tantissimi modi in cui cucinarlo. I visitatori potranno assaggiare piatti tipici, prodotti freschi locali, acquistare prodotti enogastronomici e degustare piatti a base di cinghiale. Inoltre ci saranno visite guidate gratuite che permetteranno di conoscere i tanti luoghi d’incanto, i Tesori, che fanno di Pollina un piccolo scrigno prezioso, tra questi: il Museo della Marina e la Torre Maurolico.

 

 

 

IL VIDEO SU FACEBOOK.
PROGRAMMA

Domenica 8 aprile

Dalle 9,30

Museo della Marina e la Torre Maurolico (parte integrante del sistema difensivo del castello di Pollina che, dal 1548 al 1550, fu utilizzata da Francesco Maurolico, quale osservatorio astronomico) visitabili gratuitamente.

Vendita ticket in Piazza Duomo.

 

Alle 10

Alla scoperta dei Tesori di Pollina (visite guidate gratuite)

 

Alle 10,30 – Via Alfredo Musotto

  • Apertura Stand enogastronomici
  • Apertura delle Botteghe del gusto: “U cuddruni“, pane fritto e salato della zia Maria, in via Ortolano; ricotta, formaggi e salsiccette da Compare Giuliano, in via San Gaetano; vino cotto di Donna Concetta, in via Archi.

 

Alle 11 – da Piazza Maddalena al Teatro Pietrarosa

Sfilata storica di Ayub e Donna Pulina. Con i musici del Magistrato dei Quartieri di Piazza Armerina.

 

Alle 11 -Piazza San Giuliano 

Animazione per i più piccoli.

 

Alle 11,30 – Piazza San Pietro

Show Cooking con gli Chef Mauro Zito e “Jack” Giovanni Castiglia.

 

Alle 13 – Via Musotto e Teatro Pietrarosa

Musica Folkloristica: canti e balli.

 

Alle 14 – Teatro Pietrarosa (alle Palme)

  • Degustazione della testa di turco
  • Giochi dei Cinghialotti: animazione per bambini

 

Alle 15,30

Allo Scoperta dei Tesori di Pollina

 

Alle 16 – Teatro Pietrarosa

Premiazione dei piccoli cinghialotti.

 

E… Buona Sagra del Cinghiale a tutti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.