Apre a Palermo l'Oratorio Quaroni, una nuova "piazza" per la cultura | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

l'area si trova in via Maqueda

Apre a Palermo l’Oratorio Quaroni, una nuova “piazza” per la cultura

di
20 Dicembre 2018

Apre a Palermo un nuovo spazio destinato alla cultura. Si tratta dell’Oratorio Quaroni, che si trova nell’Area Quaroni, spazio fino a qualche tempo fa considerato simbolo di degrado e di incuria e da alcuni anni, emblema della rinascita di Palermo.

Lo spazio che sarà inaugurato giovedì 20 dicembre alle 16,30 (accesso da via Maqueda) sarà una nuova “piazza” per incontri, dibattiti e convegni sul tema dei Beni Culturali in Sicilia.

L’oratorio apre grazie all’impegno di Padre Giuseppe Bucaro, Direttore dei Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Palermo in collaborazione con il Dipartimento dei Beni Culturali, il Centro per il Restauro e la Fondazione Federico II Palermo.

L’Oratorio ricade in un’area che per più di trent’anni è stata oggetto di un complesso iter di riqualificazione grazie a un piano di recupero originariamente voluto dall’architetto Ludovico Quaroni. L’area è compresa tra la via Maqueda, la Discesa dei Giovenchi e la Discesa delle Capre. E da queste strade si giunge all’attigua piazza Sant’Onofrio sulla quale si affaccia proprio l’Oratorio Quaroni.

Il primo evento con cui s’inaugura il nuovo spazio è la promozione della mostra Rosalia eris in peste patrona aprendo al pubblico, ogni giorno dalle ore 10 alle 18, in forma del tutto gratuita: un punto informazioni per la mostra dedicata alla storia e al culto della Santa Patrona di Palermo, allestita nelle Sale Duca di Montalto di Palazzo Reale fino al 5 maggio.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.