Apre il piano nobile di Palazzo Butera: in mostra parte della collezione Valsecchi | Video servizio :ilSicilia.it
Palermo

in tre saloni del piano

Apre il piano nobile di Palazzo Butera: in mostra parte della collezione Valsecchi | Video servizio

25 Giugno 2019

Guarda il video servizio in alto 

Un’apertura eccezionale a Palazzo Butera, il 25, 26 e 27 giugno, che si ripeterà per tutto il mese di luglio, dalle ore 18 alle 20, (ingresso a gruppi, costo di euro 15 a persona) per poter scoprire parte della collezione di Francesca e Massimo Valsecchi, nell’allestimento di tre saloni del piano nobile che, per la prima volta, diventano accessibili al pubblico.

Sarà possibile, con la guida di Claudio Gulli, scoprire i vertici dell’arte europea, a cavallo di diversi secoli, in momenti di trasformazione culturale e sociale, testimonianti da opere che includono mobili, dipinti, cristalli e porcellane.

Claudio Gulli
Claudio Gulli

Le opere della collezione Valsecchi, di cui molti pezzi sono esposti in prestito al Fitzwilliam Museum di Cambridge e al Ashmolean Museum di Oxford, presentati in questa occasione testimoniano la ricerca mirata negli anni, volta ad un collezionismo non solo di nomi già affermati ma di personalità interessanti che, come si è dimostrato negli anni a seguire, hanno segnato il panorama culturale internazionale.

L’allestimento dei saloni segue la volontà di offrire qualcosa di nuovo, un punto di vista, un accostamento che sia l’incontro di culture ed epoche svariate, promuovendo la comprensione delle diversità.

Ed è così che su un mobile del ‘700 trovano posto tazzine di porcellana o teiere in cristallo, mentre dipinti ed acquerelli sono adagiati su sedie o termosifoni: la collocazione, infatti, racconta, nemmeno tanto poi subliminalmente, la volontà della transitorietà, del dinamismo, sigilli del progetto Valsecchi.

Palazzo Butera

Ad un anno dall’apertura al pubblico Palazzo Butera – Cantiere Aperto, come ci dice nella video intervista Claudio Gulli, ha registrato circa 20 mila presenze (quasi tutti paganti): “Abbiamo visto già nell’arco di un anno un palazzo trasformarsi in laboratorio di cultura, dove si è parlato di arte, storia, cinema e letteratura, così come faremo nei prossimi mesi“.

La collezione Valsecchi, formatasi a Londra in un arco temporale di cinquant’anni, come sottolinea Gulli, non comprende artisti siciliani ma, a nostro avviso, sta proprio in ciò l’ulteriore valore che la collezione può offrire alla città: “Il nostro obiettivo è diventare un nuovo tassello del paesaggio culturale della città grazie anche agli scambi internazionali che le opere di Massimo e Francesca Valsecchi permettono“.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Blog
di Renzo Botindari

Ci Vogliono Occhi Verdi

Ho avuto da sempre la convinzione che se non si amministra garantendo un minimo di dignità ad ognuno, non si riuscirà mai ad auspicarsi una crescita, ma la garanzia del minimo insieme alla libera competizione dei capaci si ottiene soltanto attraverso un governare “deideologizzato”.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.